Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Assicurazione Qualità
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Le strutture preposte alla didattica

Dipartimenti

I Dipartimenti sono le strutture preposte all'organizzazione e al coordinamento delle attività didattiche e di formazione dell'Ateneo, in stretto raccordo con i Corsi di studio presenti al loro interno. I Direttori dei Dipartimenti sono nominati dal CdA tra i professori di prima fascia, su designazione del Consiglio di Dipartimento. I Direttori convocano e presiedono il Consiglio del Dipartimento, curano l'esecuzione delle relative delibere. Il Consiglio di Dipartimento è costituito dai professori di ruolo, dai ricercatori confermati e da un rappresentante degli studenti. Possono essere invitati a partecipare a specifiche riunioni del Consiglio ricercatori a tempo determinato, i professori straordinari e i professori a contratto per attività di insegnamento di corsi ufficiali.

I Dipartimenti:
- deliberano, su proposta dei Consigli dei CdS, i compiti didattici dei professori e ricercatori;
- concorrono alle attività di supporto amministrativo e gestionale delle attività didattiche;
- partecipano alle attività di progettazione, autovalutazione e miglioramento dei Corsi di Studio che afferiscono al Dipartimento e ratificano le azioni di correzione e/o miglioramento proposti da questi ultimi.

Corsi di studio

I CdS sono l'unità di base della missione formativa dell'Ateneo. Essi sono progettati attraverso la definizione di uno o più profili in uscita, a loro volta ottenuti attraverso l'individuazione delle rispettive caratteristiche scientifiche, culturali e/o professionali. Coerentemente con tali profili vengono individuati i percorsi formativi che conducono all'acquisizione delle relative conoscenze e competenze.

La progettazione dei CdS coinvolge i portatori di interesse (Stakeholder) interni ed esterni più appropriati al carattere e agli obiettivi del corso. Fra i portatori di interesse esterni rientrano tutti gli attori, le organizzazioni e istituzioni potenzialmente interessate al profilo culturale e professionale dei laureati disegnato dal CdS (organizzazioni rappresentative della produzione di beni e di servizi, delle professioni e/o - se considerato rispondente al progetto - società scientifiche, centri di ricerca, istituzioni accademiche e culturali di rilevanza nazionale o internazionale, ecc.). Per favorire l'incontro con i portatori di interesse esterni sono istituiti appositi Comitati di Indirizzo.

I CdS vengono costantemente aggiornati, al fine di riflettere le conoscenze più avanzate nelle discipline, anche in previsione del proseguimento degli studi nei cicli successivi e garantendo l'interscambio con il mondo della ricerca e con quello del lavoro.

I Corsi di studio realizzano, al loro interno, il ciclo della qualità, attraverso i momenti della progettazione (sentito il Comitato di Indirizzo), gestione, monitoraggio/autovalutazione, miglioramento.
Presidente e Consiglio del CdS sono responsabili dei processi di progettazione, gestione e miglioramento; ai Gruppi AQ-Didattica e alle Commissioni Paritetiche Docenti-Studenti sono demandate le attività di autovalutazione.

Il Presidente è nominato dal Dipartimento (che per i corsi interclasse coincide con il Senato Accademico), su proposta del Direttore del Dipartimento, tra i professori di ruolo dell'Ateneo. Dura in carica tre anni con possibilità di rinnovo. Al Presidente è assegnato il compito di rappresentanza verso l'esterno, di responsabilità delle attività inerenti al progetto formativo, di coordinamento delle azioni di AQ, di coordinamento con il Rettore e con il Manager Didattico per tutte le attività che riguardano:
a. l'ordinaria gestione del corso di studi;
b. l'elaborazione del programma annuale delle attività didattiche (Didattica programmata) e le assegnazioni dei compiti didattici ai docenti;
c. l'individuazione degli standard di qualità del programma didattico e degli obiettivi che saranno oggetto di verifica periodica;
d. la definizione delle richieste di budget;
e. la predisposizione degli eventuali aggiornamenti annuali dell'Ordinamento del Cds e della proposta di Regolamento Didattico del CdS e successive modifiche;
f. le modalità di ammissione al corso di studi.

In stretto raccordo con il Gruppo AQ-Didattica, il Presidente predispone il Commento alla SMA e sovrintende alla compilazione della SUA e, quando necessario, alla stesura del Riesame ciclico. Il Presidente convoca il Comitato di Indirizzo e il Consiglio del CdS secondo le scadenze previste dal Cronoprogramma Annuale di Ateneo, sovrintende all'attuazione dei processi di AQ (con particolare attenzione alla centralità dello studente).

Il Consiglio del CdS è costituito dal Gruppo AQ, dai docenti di riferimento del CdS, dai professori e ricercatori di ruolo titolari di insegnamento presso il CdS, da un rappresentante degli studenti eletto. Nel suo lavoro è supportato da un rappresentante del personale tecnico-amministrativo. Su invito del Presidente al consiglio di CdS possono partecipare tutti i docenti del CdS. Il consiglio di CdS ha il compito di:
a. analizzare i risultati dei processi di autovalutazione condotti dal gruppo AQ, i suggerimenti del CI, gli esiti della Relazione della CPDS, e della Relazione del Nucleo di valutazione individuando le azioni di miglioramento e modalità di attuazione;
b. esprimere il suo parere sulle eventuali modifiche dell'Ordinamento o del Regolamento Didattico, o dell'organizzazione del CdS, valutando quanto è di competenza del Consiglio di Dipartimento;
c. esprimere il suo parere sugli aggiornamenti della scheda SUA-CdS approvata poi dal Consiglio di Dipartimento;
d. proporre innovazioni didattiche, attività seminariali, testimonianze aziendali;
e. monitorare il collegamento tra i vari insegnamenti e la loro rispondenza ai risultati di apprendimento attraverso la lettura del Syllabus;
f. monitorare la coerenza degli stage e delle attività laboratoriali con gli obiettivi formativi del CdS;
g. partecipare con il Delegato all'Orientamento di Ateneo alle attività di promozione del CdS.

Il Consiglio di CdS nel corso dell'anno e seguendo una tempistica prestabilita dovrà: approvare i commenti alle SMA; analizzare i suggerimenti del CI enucleando le criticità sulle quali proporre azioni di miglioramento; analizzare, le opinioni degli studenti approvando la scheda di commento, la relazione CPDS, le osservazioni del gruppo AQ sull'andamento dei due semestri, la relazione del NdV, proponendo le azioni di miglioramento e modalità di attuazione; elaborare eventuali modifiche dell'Ordinamento o del Regolamento Didattico, o dell'organizzazione del CdS; verificare l'allineamento dei programmi dei singoli insegnamenti attraverso la lettura del Syllabus.

Corsi di Laurea triennale

Economia aziendale e Green Economy (L-18)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Lingue e culture moderne (L-11)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Scienze dei beni culturali: turismo, arte, archeologia (L-1)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Scienze della comunicazione (L-20)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Scienze dell'educazione (L-19)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Scienze e tecniche di psicologia cognitiva (L-24)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Corsi di Laurea magistrale / a ciclo unico

Archeologia e Storia dell'arte (LM-2&LM89)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Comunicazione pubblica e d'impresa (LM-59)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR-02)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Consulenza pedagogica (LM-57&LM-85)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Economia, Management e Sostenibilità (LM-77)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Giurisprudenza (LMG-01)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (LM-38)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Programmazione, amministrazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (LM-87)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Psicologia: risorse umane, ergonomia cognitiva, neuroscienze cognitive (LM-51)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Riesame ciclico (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Scienze della formazione primaria (LM-85bis)

Scheda SUA-CdS (pdf)

Monitoraggio annuale (pdf)

Valutazione didattica (pdf)

Profilo laureato / occupazione (pdf)

Gruppi AQ-Didattica

I Gruppi AQ-Didattica mettono in atto un processo continuo e programmato di autovalutazione, con lo scopo di monitorare le attività di formazione, verificare l'adeguatezza degli obiettivi di apprendimento, la corrispondenza tra gli obiettivi e i risultati e l'efficacia del modo con cui il Corso è gestito, nonché la qualità dei servizi offerti agli studenti. Il gruppo AQ è costituito da un numero massimo di cinque membri: il Presidente del CdS, due o tre docenti/ricercatori del corso, almeno uno studente. Nel suo lavoro è supportato da un rappresentante del personale tecnico-amministrativo. I componenti del Gruppo AQ vengono nominati, su proposta del Presidente del CdS, dal Senato Accademico. Il Gruppo AQ, la cui durata equivale alla durata legale del CdS, si riunisce secondo una tempistica prestabilita e in particolare ha il compito di:
a. monitorare le attività intraprese e verificare in itinere la corrispondenza inizialmente progettata tra profilo culturale e professionale e obiettivi formativi;
b. monitorare, semestralmente, l'andamento didattico e la qualità dei servizi agli studenti anche sulla base delle osservazioni avanzate dalla CPDS e dal NdV;
c. segnalare al Consiglio del CdS eventuali criticità e sottoporre eventuali proposte di intervento al Consiglio del CdS sull'Ordinamento o sul Regolamento Didattico, o sulle modalità di organizzazione del CdS;
d. predisporre, insieme al Presidente del CdS, il commento alla SMA (scheda annuale di monitoraggio), la scheda di commento alle opinioni degli studenti, da approvare in sede di Consiglio di CdS;
e. predisporre, insieme al Presidente del CdS, la scheda del riesame ciclico quando richiesto e la scheda SUA-CDS da rimettere al parere del Consiglio di CdS.

Il gruppo AQ, insieme al Presidente del CdS, nel corso dell'anno e seguendo una tempistica stabilita dovrà: elaborare il commento alla SMA (Scheda di monitoraggio annuale); monitorare l'andamento della didattica del primo e del secondo semestre; analizzare le opinioni degli studenti (frequentanti e non, laureandi, laureati); proporre azioni di miglioramento al Consiglio di CdS; proporre aggiornamenti nella scheda SUA-CdS secondo le "Linee guida per la compilazione della SUA".

Comitati di Indirizzo

Sin da quando esiste l'autonomia universitaria, si è cercato di favorire il raccordo tra l'offerta formativa messa a punto dagli Atenei e la domanda formativa proveniente dal Mondo del Lavoro (MdL) nelle sue varie articolazioni professionali e territoriali. Di qui la previsione di consultazioni con i rappresentanti del MdL, da tenere soprattutto nella fase della progettazione dei Corsi di Studio. Col tempo si è fatta strada la convinzione che fosse bene istituzionalizzare ed estendere tale raccordo: in questa ottica è stata raccomandata la costituzione dei Comitati di Indirizzo, ossia di appositi organismi nei quali i rappresentanti del mondo universitario e quelli del mondo del lavoro si incontrano e si confrontano a scadenze regolari, sia in fase di progettazione dell'offerta formativa, sia in fase di monitoraggio e aggiornamento della stessa. Fine ultimo di questo raccordo è favorire l'occupabilità dei laureati. I Comitati di Indirizzo sono istituiti a livello di singolo Corso di Studio, oppure tra CdS verticalmente consequenziali, oppure tra CdS finalizzati a formare figure professionali che operano in ambiti affini o integrati. I CI sono composti da due componenti: una interna alla realtà universitaria, composta dai rappresentanti degli studenti, dei i docenti, del personale tecnico-amministrativo del/i Corso/i di Studio interessato/i; e l'altra esterna, costituita dai rappresentanti dei mondi professionali, culturali e istituzionali nei quali operano le figure professionali formate dal/i Corso/i di Studio in questione. Particolare cura viene riservata alla scelta della componente esterna, affinché essa sia coerente con le figure professionali di riferimento del/i Corso/i di Studio interessato/i e che sia rappresentativa del livello territoriale, nazionale e, ove opportuno, internazionale dei rispettivi ambiti professionali, culturali e istituzionali. I CI vengono nominati dai Consigli dei CdS interessati, su proposta dei rispettivi Presidenti; tale nomina viene poi ratificata dai Consigli dei Dipartimenti. I CI si riuniscono almeno due volte all'anno, ricorrendo, ove necessario, anche a modalità di connessione da remoto. Essi sono coordinati dal Presidente di uno dei CdS interessati e la loro composizione viene pubblicata sul sito dell'Ateneo.

In linea generale, i Comitati di Indirizzo perseguono le seguenti finalità:
- potenziamento dei rapporti tra il Corso/i di Studio e Parti Interessate;
- coordinamento tra CdS e sistema culturale e socio-economico del territorio;
- miglioramento della comunicazione dell'offerta formativa all'esterno;
- gestione delle informazioni di ritorno da laureati e datori di lavoro;
- raccolta di elenchi di aziende ove effettuare tirocini;
- monitoraggio delle carriere post-universitarie;
- proposte di definizione degli obiettivi di apprendimento;
- partnership per progetti di ricerca al servizio del territorio.

I CI hanno il compito di formulare pareri e proposte in merito a:
a) fabbisogni formativi e possibili sviluppi dei mondi professionali e istituzionali collegati all'offerta formativa relativi al CdS;
b) offerta formativa del CdS e sua rispondenza alle esigenze dei settori professionali interessati;
c) eventuali attività curriculari ed extracurriculari (incontri, seminari, corsi professionalizzanti);
d) individuazione di istituzioni e aziende disponibili per le attività di stage e tirocinio.

Menù della sezione
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti