ReCEPL
Research Centre in European Private Law
Centro di Ricerca in Diritto Privato Europeo

Ricerca

      Protech

European Protection Law of Individuals in Relation to New Technologies - PROTECH

Descrizione del Progetto:
European Protection Law of Individuals in Relation to New Technologies - PROTECH

Bando: Call for Proposals 2019 - EACEA-03-2018
Numero identificativo del progetto: 611876-EPP-1-2019-1-IT-EPPJMO-CHAIR

Jean Monnet Chair: Prof. Avv. Lucilla Gatt

Corpo docente: Prof. Ilaria Amelia Caggiano (Privacy Module Leader), Prof. Judith Rochfeld, Prof. Célia Zolinsky, Prof. Francesco Rossi, Prof. Roberta Montinaro, Prof. Raffaella Cristiano, Prof. Nóra Ní Loideáin, Avv. Ph.D. Paola Grimaldi, Avv. Ph.D. Anita Mollo, Avv. Ph.D. Maria Cristina Gaeta, Ph.D. Veronica Carriero, Avv. Ph.D.(c) Livia Aulino, Prof. Giuseppe Storti, Prof. Raffaele Montella.

Data di inizio: 1 settembre 2019
Data di scadenza: 31 agosto 2022
Sito web: www.protech-jeanmonnet.eu

Introduzione

Il progetto Jean Monnet Chair si articola in un complesso di attività didattico-scientifiche svolte dalla cattedra in "Diritto europeo per la protezione delle persone in relazione alle nuove tecnologie" (PROTECH), istituita presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Dipartimento di Scienze giuridiche) con riguardo ai corsi di laurea in giurisprudenza ed economia e di cui è titolare la Prof.ssa Avv. Lucilla Gatt.

Con lo svolgimento delle suddette attività, si mira a porre in luce l'approccio protettivo del diritto europeo che regola la relazione tra essere umani e ambiente digitale, alias artificiale, poiché tale ambiente colloca ontologicamente i primi in una posizione di vulnerabilità pur non trattandosi di soggetti affetti da disabilità.

La categoria di "individui vulnerabili" comprende, infatti, tutte le persone fisiche, maggiori e minori di età, prive di specifiche disabilità, che, tuttavia, agendo in un ambiente digitale, sono esposte al rischio di danni per diversi motivi (minore età/anzianità, asimmetria del potere contrattuale o delle informazioni). Nella macro-categoria di soggetti vulnerabili in quanto operanti in ambienti artificiali, vanno annoverati anche gli embrioni umani, quali soggetti esposti al rischio di danni non perché agiscono in ambiente digitale ma perché sono forme di vita create ab origine in un ambiente artificiale.

Specifiche del progetto

1. Obiettivo: istituzione della Cattedra in "Diritto europeo per la protezione delle persone fisiche in relazione alle nuove tecnologie" (PROTECH) presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Dipartimento di Scienze giuridiche) con particolare riferimento a: (a.) Interessati del trattamento dei propri dati in ambiente digitale con particolare riguardo ai minori e agli anziani; (b.) consumatori che acquistano beni in ambiente digitale, con particolare riguardo ai minori e agli anziani; (c.) Embrioni, nascituri e nuove forme di vita create in laboratorio.
2. Carattere innovativo del progetto: focalizzazione dell'aspetto di vulnerabilità delle persone fisiche nella loro interazione con gli ambienti digitali e tecnologici in generale ed indipendentemente dalla presenza di specifiche debolezze fisiche o giuridiche. Carattere multidisciplinare delle attività proposte, che coprono una vasta gamma di argomenti (non solo giuridici) e di azioni (lezioni, workshop, seminari, produzione di papers scientifici, pubblicazioni). La natura multidisciplinare degli argomenti coinvolti giustifica i diversi contesti degli studenti che frequentano il corso.
3. Metodologia didattica innovativa: le attività della Cattedra PROTECH sono caratterizzate da metodologie didattiche innovative volte a sviluppare negli studenti la consapevolezza dell'efficienza ed efficacia delle normative adottate a livello europeo nell'ambito dei rapporti possibili tra persone fisiche e tecnologie. Persegue un forte coinvolgimento di studenti e discenti. L'interazione diretta con il titolare della cattedra, i colleghi, gli studiosi, la società civile e gli attori istituzionali sarà stimolata attraverso laboratori, seminari e lezioni, organizzati ogni anno su temi riguardanti gli aspetti economici e giuridici della solidarietà.
4. Impatto:
(a) Le attività costituiscono un'offerta formativa rivolta agli studenti e aperta a un vasto pubblico (studenti pre e post lauream in giurisprudenza, economia, psicologia, scienze comportamentali ma anche professionisti e altri parti interessate).
(b) Creazione del sito internet dedicato e di una banca dati online, ad accesso aperto, contenente i pertinenti materiali legislativi, dottrinali e giurisprudenziali sulla "Normativa europea di protezione delle persone fisiche che operano in un ambiente digitale".
(c) Creazione di una sezione dedicata alla vulnerabilità della persona fisica in ambiente digitale nell'ambito della Rivista European Journal of Privacy Law & Technologies. Pubblicazione di ricerche condotte attraverso i metodi multidisciplinari promossi dal titolare della cattedra e pubblicazione collettanea finale di un e-book intitolato "Nuova strategia per la legislazione europea finalizzata alla protezione delle persone fisiche negli ambienti digitali", che sarà il risultato di tutte le attività condotte durante il triennio.

© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0