Premio internazionale
Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo

Partenariato Premio Nitti

UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa
Associazione Scuola & Vita

In partenariato con

Comune di Maratea (Pz)
UniversitÓ degli Studi della Basilicata
Universitat d'Alacant (Spagna)
Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna)
Universidad de Malaga (Spagna)
Universidad de Valladolid (Spagna)
Democritus University of Thrace (Grecia)
Universidade de ╔vora (Portogallo)
Universidade do Algarve (Portogallo)
Universidad Metropolitana SUAGM - Puerto Rico (USA)
Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni
Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
Associazione Italiana di Sociologia - sezione di Sociologia del Diritto
SocietÓ Italiana di Pedagogia (SIPED)
Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa (CIRSE)
SocietÓ Napoletana di Storia Patria
Instituto Superior de Investigaciˇn Cooperativa IVITRA - ISIC-IVITRA (Spagna)
Sociedad Espa˝ola para el Estudio del Patrimonio Histˇrico Educativo
I.I.S. "Francesco Saverio Nitti" - Napoli
Circolo Culturale Santavenere - Maratea (Pz)
Centro Culturale JosŔ Mario Cernicchiaro - Maratea (Pz)

Premio internazionale Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo

Acquafredda di Maratea (Pz)

II edizione 2017

Bando di concorso

Art. 1

L'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e l'Associazione Scuola & Vita di Acquafredda di Maratea, in base al protocollo d'intesa sottoscritto il 30/11/2015 ed in partenariato con il Comune di Maratea (Pz), l'UniversitÓ degli Studi della Basilicata, l'Universitat d'Alacant (Spagna), l'Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna), l'Universidad de Malaga (Spagna), l'Universidad de Valladolid (Spagna), la Democritus University of Thrace (Grecia), l'Universidade de ╔vora (Portogallo), l'Universidade do Algarve (Portogallo), l'Universidad Metropolitana SUAGM di Puerto Rico (USA), il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, l'Associazione Italiana di Sociologia - sez. di Sociologia del Diritto, la SocietÓ Italiana di Pedagogia (SIPED), il Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa (CIRSE), la SocietÓ Napoletana di Storia Patria, l'Instituto Superior de Investigaciˇn Cooperativa IVITRA (ISIC-IVITRA) (Spagna), la Sociedad Espa˝ola para el Estudio del Patrimonio Histˇrico Educativo, l'I.I.S. "Francesco Saverio Nitti" di Napoli, il Circolo Culturale "Santavenere" di Maratea (Pz) ed il Centro Culturale JosŔ Mario Cernicchiaro di Maratea (Pz) indicono la seconda edizione del Premio internazionale Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo - anno 2017.

A fronte di una sostanziale e colpevole rimozione dell'opera di Nitti dalla memoria storica, il Premio Ŕ stato istituito nel 2016 per riscoprire l'attualitÓ dell'opera del grande Statista lucano, esempio straordinario di cultura ed etica civile che scelse proprio Acquafredda di Maratea - subito dopo l'ascesa del fascismo al potere - come luogo del suo esilio in Patria, ponendosi come testimonianza straordinaria di impegno civile per l'Italia e per la democrazia in ambito europeo.

Nitti ha infatti contributo ad impostare il dibattito sul divario tra Nord e Sud d'Italia su basi rigorosamente scientifiche, per avviare una politica di perequazione che tenesse conto delle differenze e delle specificitÓ territoriali. Docente di scienze delle finanze, politico attivo ed antifascista intransigente, lo Statista lucano nelle sue opere non riduce le analisi sul Mezzogiorno ad un approccio tecnicistico e produttivistico, ma le alimenta e le sorregge a partire da una visione etica della vita incentrata sui valori di libertÓ, uguaglianza e giustizia, che sono anche alla base di una vera e propria pedagogia civile. Ne segue, coerentemente, l'intento educativo della sua opera meridionalista e del suo impegno antifascista, tesi ad illuminare l'opinione pubblica e la classe dirigente sulle reali condizioni del Paese e sulla vera natura del regime fascista al di lÓ delle loro rappresentazioni mistificatrici e propagandistiche. Inoltre, nell'ambito delle sue ricerche e delle sue inchieste sul Mezzogiorno, Nitti coglie anche il nesso che intercorre tra educazione, istruzione, emancipazione sociale e pieno sviluppo delle latenti potenzialitÓ del Sud d'Italia, sempre all'interno di un'ottica solidale, che non mette mai in discussione l'unitÓ politica del Paese.

La lotta contro l'analfabetismo, le indagini sul campo, gli interventi in Parlamento, le proposte di legge, l'impegno europeo e la strenua lotta per l'affermazione dei valori di libertÓ e democrazia fanno quindi di Nitti un unicum che pu˛ e deve oggi essere ricordato alle giovani generazioni e a quanti intendono impegnarsi nella res publica e che ritengono che l'Europa sia prima di ogni cosa un grande modello culturale che affonda le sue radici nel Mediterraneo.

Art. 2

Il premio Ŕ articolato in quattro sezioni.

La prima sezione Ŕ riservata agli Autori di un lavoro editoriale sui temi di interesse per il Mediterraneo, afferente all'area della storia e della letteratura. Premi previsti: 5.

La seconda sezione Ŕ riservata agli Autori di un lavoro editoriale sui temi di interesse per il Mediterraneo, afferente all'area della pedagogia, della storia della pedagogia e della filosofia. Premi previsti: 5.

La terza sezione Ŕ riservata agli Autori di un lavoro editoriale sui temi di interesse per il Mediterraneo, afferente all'area della sociologia e della ricerca sociale. Premi previsti: 5.

La quarta sezione Ŕ riservata a quanti si sono impegnati, a tutti i livelli, nelle Istituzioni locali, nazionali ed europee per il Mezzogiorno d'Italia. Premi previsti: 2.

Per la partecipazione alle sezioni 1-2-3 gli Autori devono presentare lavori pubblicati nel periodo che va dal 2011 al 2017. I lavori devono essere dotati di codice ISBN e pubblicati da un editore accreditato dalla comunitÓ scientifica nazionale o internazionale; ai fini della valutazione saranno privilegiate le monografie (volumi scritti da un solo Autore).

Art. 3

Il Coordinamento scientifico del Premio Ŕ affidato al prof. Fabrizio Manuel Sirignano, Ordinario di Pedagogia generale e sociale, nella sua veste di Delegato del Rettore dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa per il Lifelong Learning.

La segreteria operativa del Premio Ŕ affidata all'Associazione Scuola & Vita, con sede presso in via F.S. Nitti, Acquafredda di Maratea (PZ).

Art. 4

I candidati devono far pervenire la domanda di partecipazione con allegate n. 2 copie dei lavori editoriali, indicando sia nella domanda sia sul plico (pena esclusione dal concorso) la sezione alla quale si intende partecipare (prima, seconda, terza), utilizzando il format di domanda pubblicato al link www.unisob.na.it/premionitti

╚ possibile concorrere per una sola sezione.

I lavori devono pervenire a mano, o tramite servizio postale, improrogabilmente entro le ore 12 del 12 Giugno 2017, al seguente indirizzo: Coordinamento Premio Nitti c/o il Centro di Lifelong Learning dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, via Suor Orsola 10, 80135 Napoli.

Per ulteriori informazioni: e-mail

Art. 5

I lavori devono essere corredati dal curriculum vitae del concorrente, nel quale devono essere indicati anche i dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo di ufficio e abitazione, telefono, cellulare, indirizzo e-mail) e da una breve sintesi della pubblicazione presentata, pena esclusione dalla procedura concorsuale.

Art. 6

Ai fini del presente procedimento, viene costituito un Comitato scientifico internazionale con funzioni di garanzia e di supervisione e - a chiusura del bando - il Magnifico Rettore dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa nominerÓ una Commissione di valutazione dei lavori che, a maggioranza, in piena autonomia e con decisione non appellabile, provvede all'attribuzione del Premio alle migliori opere presentate (sezioni 1, 2, 3) ed alle personalitÓ ritenute meritevoli (sezione 4), con il rilascio di pergamena nel corso di una cerimonia pubblica che si terrÓ ad Acquafredda di Maratea (Pz) nell'estate/autunno 2017 nello scenario suggestivo dei luoghi nittiani. Sono previste eventuali menzioni speciali.

Art. 7

L'esito della procedura sarÓ resa nota sul sito istituzionale dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa all'indirizzo www.unisob.na.it/premionitti ed avrÓ valore di notifica ufficiale agli interessati. Non Ŕ previsto l'invio di comunicazioni personali ai candidati.

Art. 8

Il Comitato scientifico internazionale Ŕ composto da:
Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa (Presidente del Comitato), Pablo └lvarez Dominguez, Segretario generale de la Sociedad Espa˝ola para el Estudio del Patrimonio Histˇrico Educativo, Andrea Bixio, Professore emerito di Sociologia generale dell'UniversitÓ degli Studi La Sapienza di Roma, Antonio Branco, Rettore dell'Universidade do Algarve (Portogallo), Nunzia Campolattano, Dirigente scolastico dell'I.I.S. "Francesco Saverio Nitti" di Napoli, MarÝlia Castro Cid, Professore di Pedagogia e Direttore del Centro di Ricerca Educazione e Psicologia de la Universidade de ╔vora (Portogallo), Domenico Cipolla, Sindaco di Maratea (Pz), Enricomaria Corbi, Preside della FacoltÓ di Scienze della Formazione dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Antonio Cortijo, Professore ordinario di Spagnolo e Direttore del Center For Catalan Studies all'University of California de Santa Barbara (Stati Uniti), Ana Costa Freitas, Rettore de la Universidade de ╔vora (Portogallo), Piero Craveri, Professore emerito di Storia contemporanea e Presidente dell'Ente morale Suor Orsola Benincasa, Antonia Criscenti, Professore ordinario di Storia della pedagogia dell'UniversitÓ degli Studi di Catania, Ricardo Da Costa, Professore associato IV di Historia dell'arte dell'Universidade Federal EspÝritu Santo di Vitˇria, (Brasile), Renata De Lorenzo, Professore ordinario di Storia contemporanea dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II e Presidente della SocietÓ Napoletana di Storia Patria, Isabella Di Deco, Assessore alla Cultura del Comune di Maratea (Pz), Maria Dimasi, Professore associato di Didattica della lingua e della letteratura della Grecia e del Mar Nero della Democritus University of Thrace (Grecia), Vicent-J. EscartÝ, Professore associato di Filologia catalana dell'Universitat de ValŔncia (Spagna), Maurizio Fabbri, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi di Bologna, Francesc Feliu, Professore ordinario di Filologia catalana e Direttore de l'Institut de Llengua i Cultura Catalanes de la Universitat de Girona (Spagna), Vittoria Fiorelli, Professore ordinario di Storia moderna dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Elisa Frauenfelder, Professore straordinario a t.d. di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, JosÚ Gˇmez Galßn, Professore di Pedagogia della Universidad Metropolitana SUAGM di Puerto Rico (USA) e Professore ordinario dell'Universidad de Extremadura (Spagna), Giuseppe Galasso, Professore emerito di Storia moderna dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, Antonio Gargano, Professore straordinario a t.d. di Storia della filosofia dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Gianluca Genovese, Professore associato di Letteratura italiana dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Emma Giammattei, Preside della FacoltÓ di Lettere dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Vicente GuzmÓn, Rettore dell'Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna), Athanasios Karampinis, Rettore della Democritus University of Thrace (Grecia), Juan JosÚ Leiva Olivencia, Professore di Didattica dell'Universidad de Malaga, Mariano Limongi, Presidente dell'Associazione Scuola & Vita di Acquafredda di Maratea, Enric MallorquÝ-Ruscalleda, Assistant Professor di Letterarura peninsolare spagnola e Studi culturali della California State University at Fullerton (Stati Uniti), Vicent Martines, Professore ordinario di Filologia catalana dell'UniversitÓ d'Alacant, Direttore dell'Instituto Superior de Investigaciˇn Cooperativa IVITRA e Direttore della Sede universitaria di La Nucia dell'Universitat d'Alacant (Spagna), Codirettore del Center For Catalan Studies all'University of California at Santa Barbara (Stati Uniti) e Codirettore del Centre Internacional d'Investigaciˇ sobre Estudis IbŔrics/Internationales Institute fŘr Iberische Studien dell'Otto-Friedrich Universitńt Bamberg (Germania), Sergio Marotta, Professore associato di Sociologia giuridica dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Josep-LluÝs Martos, Professore associato di Filologia catalana dell'Universitat d'Alacant e Segretario academico della Facultat de Filosofia i Lletres dell'Universitat d'Alacant (Spagna), Eloy Lopez Meneses, Professore di Didattica dell'Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna), Juan Francisco Mesa Sanz, Professore ordinario di Filologia classica e Preside della Facultat de Filosofia i Lletres dell'Universitat d'Alacant (Spagna), JosÚ Gonzßlez Monteagudo, Professore associato di Pedagogia sociale dell'Universidad de Sevilla (Spagna), Carlos Moriyˇn, Decano de la Facultad de Educaciˇn y Trabajo Social dellĺUniversidad de Valladolid (Spagna), Margherita Musello, Professore ordinario di Didattica generale e Delegato del Rettore al Coordinamento dei grandi eventi dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Giovanni Muto, Professore ordinario f.r. di Storia moderna dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II e componente Direttivo SocietÓ Napoletana di Storia Patria, Josep Maria Nadal, Professore ordinario di Filologia Catalana dell'Universitat de Girona (Spagna) JosÚ ┴ngel Narvßez, Rettore de la Universidad de Malaga (Spagna), Carlos M. PadÝn Bibiloni, Rettore de la Universidad Metropolitana SUAGM di Puerto Rico (USA), Carles Padilla Carmona, Professore associato di Filologia classica e Preside della Facultat de Filologia, Traducciˇ i Comunicaciˇ dell'Universitat de ValŔncia (Spagna), Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tiziana Pironi, Professore ordinario di Storia della pedagogia e Presidente del Centro Italiano per la Ricerca storico-educativa, Gianni Pittella, Eurodeputato e Presidente del gruppo S & D al Parlamento europeo, Tina Polisciano, Presidente del Centro Culturale "JosŔ Mario Cernicchiaro" di Maratea, Hans-Ingo Radatz, Professore ordinario de Filologia romanza (Iberoromania), Direttore del Centre Internacional d'Investigaciˇ sobre Estudis IbŔrics/Internationales Institute fŘr Iberische Studien dell'Otto-Friedrich Universitńt Bamberg (Germania), JosÚ Ramˇn Gonzßlez, Vicerrector de Internacionalizaciˇn y PolÝtica LingŘÝstica dell'Universidad de Valladolid (Spagna), Mariano Reyes Tejedor, Director General de Formaciˇn e Innovaciˇn Docente dell'Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna), Maria Grazia Riva, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi di Milano Bicocca, Rafael Roca, Professore associato di Filologia catalana e Segretario academico della Facultat de Filologia, Traducciˇ i Comunicaciˇ dell'Universitat de ValŔncia (Spagna), Rosabel Roig Vila, Professore associato di Didattica e Direttore dell'Instituto de Ciencias de la Educaciˇn dell'Universitat d'Alacant (Spagna), Mario Rusciano, Professore emerito di Diritto del lavoro dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II e componente Direttivo SocietÓ Napoletana di Storia Patria, Daniel Miguel San JosÚ, Rettore dell'Universidad de Valladolid (Spagna), Francisco Franco-Sßnchez, Professore ordinario di Estudios ┴rabes e Islßmicos dell'Universitat d'Alacant (Spagna), Aldo Sandulli, Preside della FacoltÓ di Giurisprudenza dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Roberto Sani, Professore ordinario di Storia della pedagogia dell'UniversitÓ degli Studi di Macerata, Carolina Silva Sousa, Professora Coordenadora dell'Universidade do Algarve (Portogallo), Fabrizio Manuel Sirignano, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale e Delegato del Rettore al Lifelong Learning dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, Aurelia Sole, Rettrice dell'UniversitÓ degli Studi della Basilicata, Giuseppe Spadafora, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi della Calabria, Maria Rosaria Strollo, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II, Giuseppe Trebisacce, Professore ordinario f.r. di Storia della pedagogia dell'UniversitÓ degli Studi della Calabria, Maria Tomarchio, Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dell'UniversitÓ degli Studi di Catania, Zaida Vega Lugo, Directora Ejecutiva de Asuntos Internacionales de la Universidad Metropolitana SUAGM di Puerto Rico (USA), Donato Verrastro, Ricercatore di Storia contemporanea dell'UniversitÓ degli Studi della Basilicata, Ortensio Zecchino, Presidente della Fondazione Pagliara e giÓ Ministro dell'UniversitÓ e della Ricerca scientifica.

Napoli, 08/03/2017

Il Rettore
Prof. Lucio d'Alessandro

Emanato con D.R. n. 130 del 08/03/2017

Fac-simile/schema di domanda (pdf)

© 2004/17 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0