Corso di laurea magistrale interfacoltà in
Conservazione e restauro dei beni culturali

a.a. 2017/18

Attività laboratoriali e crediti a scelta

Accanto agli insegnamenti di base, caratterizzanti e affini per la classe di laurea, il D.M. 270/2004 (art. 10) prevede che il percorso di studi includa anche «attività formative autonomamente scelte, purché coerenti con il progetto formativo» definite nel piano di studi «crediti a scelta». Lo studente ha dunque la possibilità di individuare, nell'intera offerta didattica della Facoltà o dell'Ateneo, uno o più esami da inserire tra i «Crediti a scelta».

Per indirizzare lo studente verso attività che risultino realmente coerenti con il suo progetto formativo, ogni Corso di Studi può segnalare una rosa di insegnamenti consigliati per colmare i "Crediti a scelta".

Il D.M. 270/2004 prevede altresì la frequenza di «attività laboratoriali» volte ad acquisire ulteriori conoscenze linguistiche, nonché abilità informatiche e telematiche, relazionali, o comunque utili per l'inserimento nel mondo del lavoro.

Le attività laboratoriali richiedono una frequenza obbligatoria. Nel caso di attività laboratoriali non frequentate lo studente potrà scegliere un'attività laboratoriale di recupero che sarà svolta nel corso del primo semestre.

Per le modalità e i tempi di scelta si rimanda alla guida alla formulazione del piano di studio.

Nota

Gli studenti che intendono svolgere o hanno svolto attività al di fuori dell'Ateneo in linea con gli obiettivi formativi del corso di laurea ma non presso enti convenzionati, possono comunque, al termine dell'attività, chiedere un riconoscimento parziale dei crediti presentando l'Allegato D. Secondo quanto previsto dalla Nota 1063 del 29/04/2011 il «riconoscimento non può prevedere un numero di crediti superiore a 12, complessivamente tra corsi di primo livello e secondo livello (laurea e laurea magistrale)» (sui tempi e modalità di presentazione vedi guida alla formulazione dei piani di studio).

Attività erogate nell'a.a. 2017/2018

Il manifesto degli studi del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali prevede:
- 90 CFU di laboratorio di indirizzo (frequenza obbligatoria)
- 12 CFU a scelta dello studente (solo attività valutate in trentesimi).

Crediti a scelta consigliati dall'Ateneo

 
attività formative CFU SSD docenti
Archeologia pompeiana 9 L-ANT/07 Umberto Pappalardo
Storia del Mediterraneo 6 M-STO/01 Guglielmo de Giovanni Centelles
Storia dell'architettura classica 6 ICAR/18 Antonio De Simone
Storia dell'arte medievale e moderna 9 L-ART/02 Giovanni Borrelli
Storia delle tecniche e delle arti grafiche 6 L-ART/02 Barbara Jatta
Storia medievale 6 M-STO/01 Andrea Cammarano
Strategie di ricerca nei contesti archeologici 6 L-ANT/10 Carla Pepe

© 2004/17 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0