Comunicati stampa

Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa
Celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia

 

Il compleanno dell'Italia raccontando il Risorgimento

Quadri viventi con gli studenti per ripercorrere le tappe dell'epopea risorgimentale

 

In occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia mercoledì 16 Marzo alle ore 15.30 presso l'antico claustro dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa si svolgerà una celebrazione curata degli studenti di tutte le scuole delle grandi tappe dell'epopea risorgimentale che hanno portato all'unità d'Italia.  

 

"Sarà una cerimonia molto particolare - spiega Lucio d'Alessandro, Dirigente dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa e Pro Rettore dell'Università - perché le tappe fondamentali del risorgimento verranno raccontate in un primo percorso attraverso l'ausilio di cartellonistica e videoproiezioni, ma vi sarà un secondo percorso, particolarmente suggestivo, in cui il racconto dell'epopea risorgimentale verrà affidato alle "Tableau Vivant", a dei quadri viventi composti da studenti vestiti per l'occasione con i costumi del Teatro San Carlo".  

 

L'allestimento di quadri scenici viventi, coordinato da Gilda Cerullo, docente di teoria e metodi della comunicazione visiva dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa, è stato realizzato seguendo i percorsi dei luoghi storici dell'antica cittadella monastica del Suor Orsola dotata di chiostri, giardini interni e pensili, passaggi scavati nel tufo e arredi d'epoca.  

 

Il racconto risorgimentale partirà dal claustro, ove si udiranno le note di un pianoforte che rievocherà il celebre Valzer in la maggiore tratto dal Gattopardo. Improvvisamente, il Claustro, grazie agli arredi ottocenteschi di gran valore storico ed ai costumi del Teatro di San Carlo indossati dagli alunni, diverrà idealmente ma anche realmente il salone delle feste di "Casa Salina", emblematico esempio nostalgico di un'epoca che volge al termine del suo splendore. L'assalto dei Garibaldini sorprenderà alle spalle gli spettatori conducendoli al piano inferiore dello stesso Claustro inneggiando ai nuovi ideali di Patria e Libertà al suon di trombe al vento. Nel successivo "Tableau Vivant" sarà rappresentato lo spirito patriottico risorgimentale attraverso la componente musicale dell'opera lirica, grazie ad un coro composto dagli studenti del liceo artistico che eseguirà il "Và Pensiero", tratto appunto dal Nabucco di Giuseppe Verdi, figura principe del Risorgimento, che si incaricò di diffondere, grazie alla forza della musica, il verbo patriottico caricando di significato le parole: Libertà, Unità, Patria e Dio. Infine, l'ultimo quadro vivente ricorderà la Costituzione Italiana che ha successivamente codificato in leggi i valori fondanti dell'unità nazionale.  

 

© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0