Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa
Master in Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza

 

 

I Focus del Master in Criminologia

Media e Criminalità

In occasione della presentazione del volume di Daniela De Crescenzo
Confessioni di un Killer

 

 

Giovedì 18 Ottobre ore 16

Sala degli Angeli

Università Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

Giovedì 18 Ottobre alle ore 16 presso la Sala degli Angeli dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, nell'ambito del ciclo di incontri sulla criminologia organizzati dal Master in "Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza" dell'Università Suor Orsola Benincasa si svolgerà il Focus su "Media e Criminalità".

 

La riflessione, che sarà introdotta dal Rettore dell'Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d'Alessandro, prenderà avvio dalla presentazione del volume di Daniela De Crescenzo "Confessioni di un Killer" (L'Ancora del Mediterraneo Editore).

 

Prenderanno parte alla discussione Silvio Lugnano, direttore scientifico del Master in Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza dell'Università Suor Orsola Benincasa, Daniela De Crescenzo, giornalista del quotidiano "Il Mattino" e Catello Maresca, sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

 

"In un momento in cui la cronaca giornalistica ci sta offrendo continui spunti di riflessione sul delicato del tema del rapporto tra media e criminalità - spiega Silvio Lugnano, docente di Criminologia all'Università Suor Orsola Benincasa - abbiamo ritenuto opportuno promuovere una riflessione più attenta tra coloro che veicolano l'informazione, come i giornalisti che seguono in particolare la cronaca nera, e coloro che sono spesso fonte controversa di queste informazioni, come i magistrati che si occupano in particolare di criminalità. Una riflessione che possa indicare ai futuri professionisti delle scienze investigative e criminologiche, che formiamo ogni anno con il Master del Suor Orsola, il modo più corretto con cui rapportarsi agli organi di informazione su temi delicati come il segreto istruttorio o il segreto professionale dei giornalisti, trovando la giusta via tra l'imprescindibile diritto di cronaca e gli eccessi della spettacolarizzazione della giustizia".

 

Presentazione Volume

Il protagonista di "Confessioni di un killer" è Oreste Spagnuolo dal 2008 collaboratore di Giustizia. Ha confessato di aver partecipato, tra l'altro, alla strage di Castelvolturno che è costata la vita a sei extracomunitari. Ha fatto parte del gruppo di fuoco di Giuseppe Setola che ha seminato il terrore in Campania tra l'aprile del 2008 e il gennaio del 2009 provocando almeno venti morti.

 

Nel libro Spagnuolo racconta in presa diretta la sua vita da rapinatore ed estorsore prima e da killer poi offrendo al lettore uno spaccato della malavita tra Napoli e Caserta. Ricorda gli esordi con le rapine, il passaggio al clan come estorsore, l'incontro con il Sistema, l'affiliazione, il salto di qualità con l'arrivo di Setola. Ma narra anche la vita quotidiana di un malavitoso: l'amore per la moglie, i tradimenti, le notti in discoteca, le corse in moto nella desolata periferia tra Casal di Principe e Castelvolturno, l'amicizia con i compagni di strada e con un carabiniere che gli dà la caccia fino a che non riesce a mettergli le manette e lo convince a pentirsi. La sua narrazione apre una finestra su quella che per anni è stata una delle organizzazioni criminali più potenti del nostro Paese, quella dei Casalesi ed è ricca di particolari a volte sconcertanti. Il racconto alterna il diario dei delitti quotidiani con i ricordi degli esordi nella malavita.

 

L'autrice

Daniela De Crescenzo, cronista del quotidiano "Il Mattino", fa parte del comitato scientifico della rivista Narcomafie. Per Pironti ha scritto nel 2010 " 'O Cecato. La vera storia di uno spietato killer: Giuseppe Setola" e per L'Ancora del Mediterraneo "Confessioni di un killer". E' uno degli autori del libro "La Ferita. Racconti per le vittime innocenti della camorra" pubblicato da "Ad est dell'Equatore" e del volume "Dalla giusta parte" dello stesso editore.

 

Il Master in Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza

Il Master, di durata annuale, vedrà la partenza della sua quarta edizione a Gennaio 2013. Il requisito di accesso è la laurea di base triennale (nuovo ordinamento) e/o laurea quadriennale o quinquennale (vecchio ordinamento).

 

L'obiettivo del Master è la formazione di professionisti ed esperti con elevate competenze nelle tematiche delle scienze criminologiche, investigative e della sicurezza, quali: criminalità organizzata, criminalità finanziaria, criminalità ambientale, criminalità informatica, corruzione, riciclaggio e contraffazione, sicurezza urbana, tecniche di investigazione. Il Master intende fornire, anche attraverso l'approfondimento delle principali tematiche della criminalità e delle politiche di sicurezza, una formazione sia in tema di prevenzione sia di contrasto al crimine.

 

Il Master ha, inoltre, lo scopo di fornire la conoscenza delle principali metodologie investigative di analisi e di intelligence, che contribuirà alla preparazione di professionisti in grado di gestire le moderne strategie di controllo e di sicurezza nella prevenzione e nella repressione di reati. Per formare esperti che siano capaci di analizzare la criminalità e di intervenire nella gestione dei fenomeni delittuosi, con una conoscenza della materia tanto completa quanto operativa, il Corso si propone di affrontare le tematiche in chiave multidisciplinare, con la partecipazione di docenti universitari e operatori specialisti del settore e con un ampio ricorso a differenti forme di didattica interattiva.

 

Le aree tematiche del Master comprendono: elementi di criminologia, statistica criminale, criminalistica, vittimologia, elementi di diritto penale, sociologia della pena, sociologia dei conflitti, sicurezza e difesa civile, criminalità minorile, elementi di diritto penitenziario, criminalità economica, immigrazione e clandestinità, crimini informatici, innovazione tecnologica e contrasto alla criminalità, pedagogia della devianza giovanile e della marginalità, ordine pubblico e delinquenza organizzata, mafia ed economia criminale, organizzazione delle attività di protezione e collaborazione, logiche e tecniche dell'investigazione, gestione e valorizzazione dei beni confiscati, criminalità femminile, elementi metodologici di analisi ed intelligence, sicurezza urbana e sociale.

 

Il corso è a numero chiuso. Il numero massimo dei candidati ammissibili è fissato a sessanta. Termine di presentazione delle domande: 13 Dicembre 2012

 

 

 

 

Info e Bando: clicca qui

Napoli, 18 Ottobre 2012

Menù della sezione
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti