UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Edizioni L'Harmattan Italia

 

 

La persona nella teoria sociologica contemporanea

Presentazione del volume a cura di Emilia Ferone e Ivo Stefano Germano

 

 

Giovedý 29 Novembre alle 14.30

Sala degli Angeli

UniversitÓ Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

Giovedý 29 Novembre alle ore 14.30 presso la Sala degli Angeli dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli si svolgerÓ la presentazione del volume a cura di Emilia Ferone e Ivo Stefano Germano "La persona nella teoria sociologica contemporanea" (Edizioni L'Harmattan Italia, 2012).

 

L'incontro sarÓ introdotto da Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa e da Enricomaria Corbi, Preside della FacoltÓ Scienze della Formazione del Suor Orsola e sarÓ coordinato da Andrea Pitasi, direttore della Collana "Teoria sociologica applicata" delle Edizioni L'Harmattan.

 

Prenderanno parte alla discussione, insieme alla curatrice Emilia Ferone, Sergio Marotta, docente di Cittadinanza e costituzione all'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, Davide De Sanctis, docente di Sociologia giuridica e mutamento sociale all'UniversitÓ di Napoli Federico II e Ciro Pizzo, autore di "Persona e biopotere", uno dei saggi raccolti nel volume, sulle teorie di stampo foucaultiano.

 

Presentazione del volume "La persona nella teoria sociologica contemporanea"

La persona Ŕ un concetto fondativo di una sociologia che voglia essere pragmatica e multidimensionale, che sappia costruire modelli per comprendere la societÓ e fornire linee guida per l'evoluzione e lo sviluppo della stessa.

 

╚ invalsa oggi una messa in scena sociologica che non di rado sconfina o nella "tuttologia" da talk show televisivo o da "Cassandra" poco o nulla sopportata dal sistema politico, finanziario e sociale. Il concetto di persona, come verrÓ delineato dai saggi e interpretato dagli autori Ŕ una delle possibilitÓ di uscire da aporie incapacitanti: di rado un concetto strategico Ŕ naturalmente rivolto al futuro e sociologicamente tradotto in relazione all'altro come quello di persona.

 

Non esiste monoparadigmaticitÓ definitoria e, pertanto, questo volume propone una panoramica dei diversi concetti di persona, affinchÚ, chi vi volesse dedicare ricerche empiriche sia in grado di scegliere epistemologicamente quello pi¨ consono per l'approccio scelto.

 

Nella sua panoramica sulla contemporaneitÓ, questo volume si dipana da alcune questioni epistemiche fondative del dibattito sociologico - e scientifico tout court - odierno che potrebbero essere sinteticamente elencate come segue:

1. La persona: un punto fermo. Un punto fermo: la persona.

2. Miseria e nobiltÓ di un concetto contemporaneo di persona.

3. Pi¨ persone, pi¨ futuro?

L'ampliamento retrospettivo vuole costituire sia una rimeditazione dei classici sia una panoramica il pi¨ possibile strutturata delle teorie sociologiche sincroniche sul concetto di persona. Tutto il secondo dopoguerra vive nella scoperta/riscoperta del concetto di persona; aldilÓ delle scuole di appartenenza delle prospettive e del pensiero dei singoli sociologi, la sociologia interroga se stessa attraverso l'idea di persona.

 

Ogni saggio, che affronta un filone di pensiero diverso della teoria sociologica contemporanea, offre, quindi, il suo contributo per permettere a una comunitÓ umana, intellettuale e scientifica di approfondire e comparare punti di vista differenti, impliciti oppure evidentissimi.

 

Concetto potentissimo, quello di persona Ŕ comunque uno scivolosissimo piano inclinato e, in quanto tale, va inserito in cima a una stringa metodologicamente valida per poter essere "oggetto" di ricerca sociologica adeguata.

 

Ecco perchÚ in questo testo il concetto di persona Ŕ analizzato e interpretato in relazione a diversi filoni di pensiero che spaziano dall'etnometodologia (grazie al contributo di Emiliana De Blasio e Michele Sorice) all'interazionismo simbolico (nel saggio di Giorgio Porcelli), dalla fenomenologia (affrontata da Lorenza Gattamorta) alla drammaturgia sociale (di cui ci parla Marco Pedroni), dalle teorie dell'umano (studiate da Luca Martignati) a quelle dell'iperumano (discusse da Simone D'Alessandro) passando per teorie di stampo foucaultiano (trattate da Ciro Pizzo) a quelle di stampo luhmanniano (nello scritto di Massimiliano Ruzzeddu) senza tralasciare pensieri ormai divenuti bagaglio condiviso da chi si occupa di persona, quali ad esempio la libertÓ responsabile (ripresa da Gaetano Di Tommaso) o ancora non molto esplorati come l'incorporazione (per la cui esplorazione ringraziamo Leonardo Allodi) o l'agire comune (approfondito da Paolo Terenzi).

 

La collana "Teoria Sociologica Applicata", diretta da Andrea Pitasi

Una celebre frase attribuita a diversi pensatori, in diversi momenti storici e in diversi paesi, afferma che "there is nothing as practical as a good theory". Una buona teoria possiede alcune caratteristiche fondamentali tra cui una certa ampiezza di respiro (dal medio raggio mertoniano via allargando l'orizzonte della teoria stessa) e una certa declinabilitÓ metodologica e applicativa anche a livello di policymaking.
Probabilmente, tanto pi¨ la teoria Ŕ ben sviluppata tanto pi¨ sarÓ caratterizzata anche da una certa trasversalitÓ di campi d'azione e intervento.

 

Dal pi¨ potente mutamento globale al pi¨ specifico intervento operativo sulle policies per combattere la disoccupazione, dalla pi¨ raffinata strategia planetaria per una societÓ mondiale sempre pi¨ ecologica a una policy per valorizzare il potere riconfigurativo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, dalla pi¨ "classica" ricerca empirica per studiare i pi¨ rilevanti fenomeni politici alle pi¨ accurate investigazioni sulla costruzione sociale del diritto e delle sue ricadute materiali al di lÓ della dimensione formale della normativa vigente.

 

Questo Ŕ appunto lo spirito che anima la collana: teoria di ampio respiro e al contempo declinabile con una certa agile trasversalitÓ in un'ottica di policymaking e problem solving anche attraverso un'adeguata accuratezza ed eleganza metodologica.

Napoli, 29 Novembre 2012

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/22 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti