UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
SAAD - Servizio di Ateneo per le AttivitÓ degli studenti con DisabilitÓ

 

 

Napoli tra le mani

L'arte napoletana attraverso percorsi fruibili

15 Dicembre 2012 - 11 Maggio 2013

Alla scoperta degli itinerari tattili-narrativi attenti anche alle esigenze delle persone con disabilitÓ nei luoghi pi¨ belli della cittÓ di Napoli

 

 

Sabato 15 Dicembre la sezione "Napoli antica" del Museo Archeologico Nazionale sarÓ la prima tappa del progetto "Napoli tra le mani", nato dalla collaborazione tra il SAAD, il Servizio di Ateneo per le AttivitÓ degli studenti con DisabilitÓ dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli, la Soprintendenza speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per Napoli e provincia, la Soprintendenza speciale per il Patrimonio Storico, Artistico, Etnoantropologico e per il Polo Museale della cittÓ di Napoli, le Catacombe di Napoli, il Duomo di Napoli e la Cappella del Tesoro di San Gennaro.

 

Grazie al progetto Ŕ nata una guida contenente itinerari di visita finalizzati alla conoscenza dei periodici artistici fondamentali nella storia cittadina, presentati attraverso gli oggetti pi¨ significativi di alcuni dei luoghi pi¨ belli della cittÓ di Napoli: il Museo Archeologico, le Catacombe di San Gennaro, il Duomo di Napoli, la Cappella del Tesoro di San Gennaro, la Certosa ed il Museo Nazionale di San Martino, il Palazzo Reale e il Museo di Capodimonte.

 

Il progetto "Napoli tra le mani" Ŕ stato presentato al Palazzo Reale di Napoli da Gregorio Angelini, direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, Ornella De Sanctis, responsabile del Servizio di Ateneo per le AttivitÓ degli studenti con DisabilitÓ dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, Teresa Elena Cinquantaquattro, Soprintendente per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Giorgio Cozzolino, Soprintendente per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per Napoli e provincia, Fabrizio Vona, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico, Etnoantropologico e per il Polo Museale della cittÓ di Napoli e Don Antonio Loffredo, direttore delle Catacombe di Napoli

 

Il programma delle visite guidate

Il progetto prevede che da dicembre a maggio un sito per mese (sempre di sabato mattina), secondo una successione cronologica, accolga i visitatori.

 

La prima visita sarÓ il 15 Dicembre alle ore 10 nella sezione "Napoli antica" del Museo Archeologico Nazionale.

 

Le visite guidate saranno coordinate dal personale specializzato dei singoli Musei coinvolti nel progetto e, per l'accompagnamento delle persone con disabilitÓ, dagli studenti del Laboratorio "L'Arte apre alla disabilitÓ" del Corso di laurea triennale in Scienze dell'Educazione dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli.

 

Ogni sito culturale ha individuato un percorso rispondente al criterio della "visitabilitÓ", scegliendo itinerari in massima parte privi di barriere architettoniche e prevedendo la possibilitÓ dell'esplorazione tattile da parte delle persone non vedenti e ipovedenti.

 

Nella guida, disponibile anche in audio a cura del Centro di distribuzione del Libro Parlato di Napoli a cui pu˛ essere richiesto gratuitamente il CD-ROM, i visitatori troveranno inoltre informazioni generali sui musei e sulle modalitÓ di prenotazione delle visite, che proprio nell'ottica dell'inclusione che anima il progetto, sono aperte a tutti coloro che vogliono conoscere le bellezze della cittÓ.

 

A tutti sarÓ data l'opportunitÓ, oltre che di approfondire gli aspetti storico-artistici dei siti coinvolti nel progetto, di conoscere metodologie di approccio e comunicazione dei beni culturali alle persone con disabilitÓ.

 

Il ruolo della formazione universitaria al Suor Orsola

Il SAAD, il Servizio di Ateneo per le AttivitÓ degli studenti con DisabilitÓ dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli, oltre a sostenere il percorso universitario degli studenti con disabilitÓ, da anni promuove iniziative legate ai beni culturali, finalizzate ad affermare il diritto universale alla cultura e alla conoscenza.

 

Proprio la lunga esperienza di collaborazione, per la realizzazione di percorsi fruibili, con i servizi educativi del Palazzo Reale e della Museo Archeologico e con le Catacombe di San Gennaro ha fatto nascere l'idea della costruzione di una "rete" che ha accolto ulteriori luoghi d'arte simbolo della nostra cittÓ, come il Museo di Capodimonte, la Certosa di San Martino, il Duomo di Napoli e la Cappella del Tesoro di San Gennaro.

 

Una rete che vuole essere sempre aperta a nuove possibili collaborazioni, che si auspica possano venire anche da altre istituzioni culturali della cittÓ.

 

In questo progetto il SAAD, oltre al compito di coordinamento, per le proprie competenze, ha contribuito alla individuazione dei reperti inseriti nei percorsi di visita, alla supervisione sulle metodologie di comunicazione dell'arte alle persone con disabilitÓ. In particolare, per le persone con disabilitÓ visiva sono stati attivati percorsi tattili e le persone sorde potranno richiedere, in occasione della prima visita in ogni sito, la presenza di un'interprete della lingua dei segni.

 

Il SAAD si Ŕ impegnato, inoltre, nella formazione degli studenti/guida che accoglieranno e, in alcuni luoghi guideranno, i visitatori alla scoperta delle opere d'arte.

 

 

 

 

Info
www.unisob.na.it/universita/saad
Tel. 081.2522371

Napoli, 15 Dicembre 2012 - 11 Maggio 2013

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti