UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali
Corso di Laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali

 

 

La Traslazione della Santa Casa di Loreto

Presentazione del restauro del dipinto di Frate Orazio curato dall'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa

Il percorso di restauro Ŕ stato raccolto anche nella tesi di laurea di Paola Sabatucci, una delle prime laureate in Italia con il nuovo corso di laurea magistrale direttamente abilitante alla qualifica di Restauratori di Beni Culturali

 

 

Giovedý 30 Maggio ore 11.30

Palazzo Reale

Cappella Palatina

Piazza del Plebiscito, Napoli

 

 

Giovedý 30 Maggio alle ore 11.30 presso la Cappella Palatina di Palazzo Reale, in occasione del Maggio dei Monumenti, la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Artistici Storici ed Etnoatropologici per Napoli e Provincia e l'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, presenteranno il restauro del dipinto su tavola del XVI secolo "La Traslazione della Santa Casa di Loreto" di Frate Orazio.

 

All'incontro, introdotto da Giorgio Cozzolino, Soprintendente BAPSAE per Napoli e Provincia ed Emma Giammattei, Preside della FacoltÓ di Lettere dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, prenderanno parte Giancarlo Fatigati, direttore tecnico del corso di laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, Carmela Vargas, docente di Metodologia e storia della critica d'arte al Suor Orsola, Annalisa Porzio, Responsabile del Servizio Educativo della Soprintendenza BAPSAE per Napoli e Provincia e Paola Sabbatucci, neolaureata in Restauro dei Beni Culturali all'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa proprio con una tesi di laurea su "Il restauro de La traslazione della Santa Casa di Loreto di Frate Orazio".

 

La presentazione del restauro eseguito sul dipinto sarÓ inoltre l'occasione per illustrare l'apertura di un cantiere didattico per il restauro dei dipinti murali nelle stanze di Maria Amalia di Sassonia, una nuova iniziativa nata dalla collaborazione tra la Soprintendenza BAPSAE di Napoli e Provincia e l'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, che segue quelle giÓ portate a termine per il restauro degli arredi francesi dello Studio di Gioacchino Murat e per il centrotavola di Pierre Philippe Thomire.

 

La Traslazione della Santa Casa di Loreto

Il dipinto su tavola del XVI secolo, proveniente dai depositi di Palazzo Reale e restaurato nel "Laboratorio di restauro delle opere e dei manufatti in legno" dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, Ŕ stato oggetto di recente di una tesi di laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali all'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, discussa da Paola Sabbatucci davanti a una commissione di laurea mista, con esponenti dell'UniversitÓ, del MiBAc e del MiUR.

 

Le operazioni di pulitura del quadro hanno rivelato la presenza di una firma autografa e di un autore fin'ora sconosciuto, "Frate Horatio", dell'ordine dei Minori.

 

Le analisi storico-artistiche condotte hanno inoltre dato esiti condivisi con le indagini scientifiche e con le novitÓ emerse dal restauro in merito alla tecnica esecutiva del dipinto.

 

Il dipinto, per il quale le indagini d'archivio riferiscono una probabile provenienza da uno dei due conventi di Santa Maria Egiziaca, Ŕ stato custodito nel deposito di Palazzo Reale per un secolo circa, prima che la direzione del Museo ne pianificasse il restauro e l'esposizione all'interno dell'appartamento storico.

 

La collaborazione tra la Soprintendenza, che ha messo a disposizione l'opera assumendone la direzione dei lavori ed esplicitando il compito istituzionale di controllo sulle operazioni eseguite, e i professori e i tecnici dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, ha consentito la restituzione al patrimonio cittadino di una interessante testimonianza della produzione pittorica a Napoli del XVI secolo.

 

Il nuovo corso di laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali

L'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli Ŕ stato uno dei primi quattro Atenei italiani ad attivare, giÓ dallo scorso anno accademico, la nuova classe di laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali (LMR/02).

 

E si Ŕ trattato di una svolta epocale perchÚ il titolo di laurea ha finalmente valore di esame di Stato ed Ŕ direttamente abilitante alla qualifica di restauratore di beni culturali.

 

L'attivazione del nuovo corso di laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali prevede una procedura di valutazione di una Commissione Interministeriale MIUR-MIBAC che verifica scrupolosamente la presenza di una serie di requisiti di eccellenza dei corsi (almeno il 50% delle ore di insegnamento dedicate alle attivitÓ tecnico didattiche di laboratorio e di cantiere, insegnanti altamente qualificati e un rapporto non superiore ad 1 a 5 tra docenti ed allievi, solo per citarne alcuni).

 

L'attivazione del nuovo corso rappresenta un giusto riconoscimento alla grande eccellenza dell'attivitÓ formativa che il Suor Orsola svolge da oltre un quarto di secolo nel settore della conservazione e del restauro dei beni culturali, con una grande vocazione alle pratiche professionali.

 

Soltanto negli ultimi quindici anni l'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa ha svolto tantissimi lavori per la salvaguardia, la conservazione ed il restauro del patrimonio artistico e culturale della cittÓ di Napoli e della Campania.

 

Basti pensare ai lavori di restauro del San Pasquale Baylon di Giovanni Stefano Maja della Chiesa San Diego all'Ospedaletto di Napoli, dello Studio di Gioacchino Murat di Palazzo Reale, della Madonna Ausiliatrice del Santuario della Madonna di Pompei e soprattutto al recente impegno dell'equipe di lavoro del Laboratorio di restauro dei metalli preziosi del Suor Orsola, che sotto la guida di Daria Catello, ha restaurato i preziosi busti dei santi ed il Cristo Risorto del Museo del Tesoro di San Gennaro.

 

Interventi di restauro che non si sono fermati nei confini italiani perchÚ negli ultimi anni, solo per citare due interventi, professori, tecnici e studenti del Suor Orsola sono stati chiamati finanche in Cina per la formazione in loco delle maestranze per il restauro della Meng Joss House di Tianjin e in Tunisia per degli interventi molto delicati in uno dei Musei pi¨ belli ed importanti del Mediterraneo come il Museo del Bardo di Tunisi.

 

Un patrimonio di esperienze pratiche e formative che viene messo al servizio dei 30 studenti che riusciranno a superare le selezioni per l'accesso al nuovo corso di laurea in restauro dei beni culturali e che sono ripartiti in 3 mini classi dedicate rispettivamente, al restauro dei materiali lapidei e delle superfici decorate, al restauro dei dipinti e dei materiali in legno e al restauro delle ceramiche, del vetro e dei metalli preziosi.

Napoli, 30 Maggio 2013

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti