UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa"

 

 

Il Caso Tortora - Trent'anni dopo

Presentazione del volume a cura di Paolo Mieli

Enzo Tortora. Almeno un dubbio per un uomo perbene
Il caso giudiziario e il caso giornalistico trent'anni dopo

Un'inchiesta collettiva degli allievi della Scuola di Giornalismo Suor Orsola Benincasa con le testimonianze di Giorgio Bocca, Paolo Gambescia, Michele Placido, Piero Angela, Franco Califano e Gaia Tortora

 

 

Lunedý 17 Giugno ore 16

Biblioteca Pagliara

UniversitÓ Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

Lunedý 17 Giugno alle ore 16 presso la Biblioteca Pagliara dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, in occasione del trentennale dell'arresto di Enzo Tortora, si svolgerÓ la presentazione del libro inchiesta della Scuola di Giornalismo Suor Orsola Benincasa "Enzo Tortora. Almeno un dubbio per un uomo perbene. Il caso giudiziario e il caso giornalistico trent'anni dopo" (UCSI Editore, 2013).

 

La presentazione del volume sarÓ introdotta da Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola e condirettore della Scuola di Giornalismo e dai coordinatori scientifici del volume: lo storico Eugenio Capozzi e il giornalista Carmine Festa.

 

Prenderanno parte alla discussione Maurizio Griffo, docente di Storia delle dottrine politiche all'UniversitÓ Federico II di Napoli, il senatore Luigi Compagna e lo storico leader del partito radicale italiano Marco Pannella, promotore della candidatura di Enzo Tortora al Parlamento Europeo. Le conclusioni saranno affidate a Paolo Mieli, presidente della RCS Libri, direttore della Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa" sin dalla sua fondazione nel 2003 e curatore del volume.

 

Le inchieste collettive della Scuola di Giornalismo pubblicate nella collana "I Libri di Desk" (edizioni dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa con l'Unione Cattolica della Stampa Italiana), sono indagini storico-giornalistiche proposte dal direttore della Scuola, Paolo Mieli, per il secondo anno di ogni biennio come "tesi di specializzazione".

 

Nei suoi primi quattro bienni la Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa" ha giÓ realizzato quattro importanti volumi di inchieste giornalistiche prodotte dagli allievi di ciascun biennio: "Giovanni Leone: un caso giornalistico degli anni '70" (Biennio 2003-2005) ; "1973: Napoli al tempo del colera" (Biennio 2005-2007) ; "Terremoto e trent'anni di cricca"(Biennio 2007-2009), "Enzo Tortora. Almeno un dubbio per un uomo perbene" (Biennio 2009-2011). Gli allievi del biennio 2011-2013 stanno ultimando il lavoro dell'ultimo libro inchiesta dedicato a "Il caso Lauro".

 

Presentazione del volume "Enzo Tortora. Almeno un dubbio per un uomo perbene. Il caso giudiziario e il caso giornalistico trent'anni dopo"

La lunga odissea giudiziaria subita da Enzo Tortora a partire dal 17 Giugno 1983, trasformatasi in una epocale battaglia politica per la "giustizia giusta", ha lasciato un segno profondo nella storia italiana contemporanea, portando alla luce temi laceranti, ancora oggi in gran parte irrisolti: i diritti degli imputati, la condizione dei detenuti, i rapporti intricati tra magistratura e politica, e, non ultimo, il ruolo dell'informazione rispetto alle garanzie di libertÓ dei cittadini.

 

L'inchiesta curata da Paolo Mieli, e svolta dagli allievi della Scuola di Giornalismo Suor Orsola Benincasa, affronta i vari aspetti di quel caso giudiziario, politico e giornalistico attraverso una rinnovata analisi delle fonti ma anche attraverso la ricerca di inedite testimonianze dirette. Esso rappresenta, cosý, un'occasione per riprendere il dibattito sullo stato della giustizia in Italia, a partire dalla persistente, bruciante attualitÓ della vicenda di Tortora per la coscienza civile del paese.

 

La sessione introduttiva del volume contiene gli interventi di Lucio d'Alessandro, Paolo Mieli, Eugenio Capozzi e Carmine Festa che presentano l'inchiesta e ricostruiscono lo scenario della vicenda e il contesto politico e giornalistico di quel periodo.

 

La prima sezione Ŕ dedicata al "tritacarne giudiziario" con l'esame dell'impianto accusatorio anche con un'intervista al giudice istruttore del processo Tortora, Giorgio Fontana, e un'accurata analisi del fenomeno del pentitismo di camorra, arricchita da un'intervista al pm Antonio Ingroia sul tema dei collaboratori di giustizia. La seconda sezione del libro Ŕ dedicata all'analisi del caso mediatico e politico con la ricostruzione della rivoluzione televisiva di "Portobello", grande specchio dell'Italia di quegli anni, il racconto della lapidazione mediatica di Tortora successiva all'arresto, il suo trionfo alle elezioni europee e la clamorosa rinuncia all'immunitÓ parlamentare. La terza sezione Ŕ dedicata a "quelli che l'hanno vissuto e quelli che l'hanno raccontato": Renato Vallanzasca, Franco Califano, la figlia Gaia e Michele Placido e Maurizio Zaccaro, rispettivamente attore e regista del film "Un uomo perbene".

 

La quarta sezione Ŕ dedicata alle testimonianze e alle riflessioni di alcuni dei pi¨ autorevoli giornalisti italiani che all'epoca occupavano ruoli di primo piano nei diversi organi di informazione: Giorgio Bocca, Paolo Gambescia, Paolo Martini (il giornalista che ebbe in anteprima la notizia dell'arresto) e Piero Angela. Al centro del volume una suggestiva "odissea di immagini" scattate durante il processo da Gianni Fiorito.

 

La Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa"

Nata nel 2003 come prima scuola di giornalismo del Mezzogiorno peninsulare, si avvia a pubblicare il bando di partecipazione al suo sesto biennio ed a festeggiare il decennale della sua attivitÓ. Il percorso formativo di due anni abilita gli allievi a sostenere l'esame di Stato per l'accesso all'albo dei giornalisti professionisti.

 

Insieme con Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, alla direzione della Scuola di Giornalismo c'Ŕ fin dal 2003 Paolo Mieli, che non ha rinunciato a questo ruolo neanche nel corso del suo secondo periodo di direzione del "Corriere della Sera". Oltre che su Mieli, il Master conta su un prestigioso condirettore giornalista come Pier Luigi Camilli, giÓ vicedirettore delle Testate giornalistiche regionali Rai e da sempre docente-coordinatore della Scuola di Giornalismo dell'UniversitÓ Suor Orsola.

 

I laboratori sono condotti da alcuni dei pi¨ illustri giornalisti del panorama editoriale italiano, a cui si aggiungono quattro giornalisti professionisti coordinatori di redazione che seguono gli allievi giorno per giorno (tra le tante attivitÓ c'Ŕ un laboratorio di dizione permanente per il giornalismo radiotelevisivo).

 

La redazione della Scuola Ŕ strutturata con un'area per le postazioni computer (ciascun allievo ha una postazione personale collegata ad internet ed al sistema editoriale che genera il giornale cartaceo del Master), un'ampia area destinata esclusivamente al montaggio dei servizi radio-tv (con 8 postazioni) ed alla registrazione dei testi in cabina insonorizzata, una sala riunioni e un set per le riprese televisive in studio.

 

Le lezioni frontali (dedicate alla preparazione teorica del lavoro giornalistico ma anche alle materie indispensabili per affrontare la professione come il diritto, l'economia e la storia) si svolgono nell'aula Giancarlo Siani, che Ŕ stata dedicata al giovane cronista ucciso dalla camorra nel corso della visita che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto alla Scuola di Giornalismo nel 2008.

 

Durante il biennio si svolgono prestigiosi stage di formazione presso testate giornalistiche di rilievo nazionale (Rai, Mediaset, Sky Sport e Skytg24, Gruppo L'Espresso, Gruppo Rcs, Ansa, Agi, Il Sole 24 Ore, Il Mattino, La Nazione, Gruppo Riffeser, Gruppo Mondadori, Gruppo Class) od anche presso gli Uffici Stampa di enti pubblici ed importanti aziende private.

 

I Premi ricevuti

Soltanto nell'ultimo anno accademico tra gli allievi della Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa" ci sono stati i vincitori del "Premio Ansa - Professione Reporter", del "Premio Giancarlo Siani" e della prima edizione del Premio "Formazione per l'informazione" indetto dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.

 

 

 

Info: www.unisob.na.it/inchiostro
tel. 081.2522226/236 e-mail

Napoli, 17 Giugno 2013

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti