UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Scuola di Giornalismo Suor Orsola Benincasa

 

 

Premio Ischia Internazionale di Giornalismo

Il "Premio Maria Grazia Di Donna" a Giorgia Ceccacci ed Eleonora Tedesco della Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa"

Le giornate dell'informazione dal 4 al 6 Luglio a Lacco Ameno

Online il Bando del nuovo biennio della Scuola di Giornalismo

 

 

Francesco Guerrera, Lydia Cacho Ribeiro, Lilli Gruber, Emanuela Audisio, Franca Giansoldati, Alessandro Di Meo, Isabella Bufacchi, Vincenzo Mollica e Luciano Onder e un premio speciale direttore di Sky TG 24 Sarah Varetto in occasione del decimo anniversario dalla creazione della testata "All news" in Italia. E' quanto mai prestigioso l'elenco dei vincitori della XXXIV edizione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, ormai divenuta negli anni una delle manifestazioni internazionali di giornalismo pi¨ prestigiose e pi¨ ricche di appuntamenti.

 

Nella suggestiva cornice di Lacco Ameno dal 4 al 6 luglio oltre alla premiazione tre "Giornate dell'Informazione" che si articoleranno in vari focus sulle tematiche pi¨ attuali del giornalismo internazionale e italiano.

 

La prima giornata sarÓ dedicata ai giovani con la cerimonia di consegna del Premio Ischia "Maria Grazia Di Donna", destinato ad autori di video giornalistici sul tema "Dovere di informare, diritto di conoscere " e riservato agli allievi della Scuole di Giornalismo riconosciute dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.

 

Quest'anno la giuria (composta da Diego Antonelli, responsabile immagine dell'Agenzia Ansa, Antonella Baccaro, editorialista del Corriere della Sera, Massimo Bernardini, conduttore di Tv Talk, Emilio Carelli, editorialista Sky Tg24, Giuseppe De Filippi, capo redattore Mediaset e Giuseppe Marra, presidente dell'Adnkronos) ha assegnato il primo premio (una borsa di studio di 5mila euro) ex aequo a Giorgia Ceccacci ed Eleonora Tedesco (per il video "Le Vene di Napoli'' ) della Scuola di Giornalismo dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli e a Carlotta Bizzarri e Michele Farrocco (per il video "Assalto alla Ricerca, lo scontro tra scienziati e animalisti'') del Master di Giornalismo Iulm di Milano.

 

Programma completo delle giornate del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo su www.premioischia.it

 

Le vene di Napoli

Il video Ŕ un suggestivo percorso lungo alcune delle oltre 200 scale della cittÓ partenopea. L'idea di fondo Ú che se si vuole realizzare una smart city europea, allora Ŕ tutto il tessuto urbano a dover essere ripensato, perchÚ no, a partire dai collegamenti.

 

Dalla Pedamentina fino a parco Ventaglieri, ciascuna scalinata diventa metafora di una cittÓ fatta di opere incompiute, progetti faraonici mai realizzati e di bellezze che faticano a svelarsi. Se Napoli fosse un corpo umano, le sue scale sarebbero il sistema sanguigno: nessuno si preoccupa del loro funzionamento, eppure rappresentano un sistema che potrebbe restituire ai napoletani e ai turisti delle prospettive inedite e una diversa qualitÓ della vita.

 

"L'idea nasce - spiegano le autrici del video - perchÚ, per raggiungere la Scuola di Giornalismo del Suor Orsola ci capitava spesso di salire le scalinate di Montesanto, tanto belle quanto abbandonate e degradate e cosý, cercando materiale utile, ci siamo rese conto che il quadro era pi¨ ampio di quello che si potesse pensare e abbiamo deciso di approfondire questo tema con dei risultati che andrebbero tenuti in debito conto".

 

La Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa"

Nata nel 2003 come prima scuola di giornalismo del Mezzogiorno peninsulare, la Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa", si avvia a festeggiare il decennale della sua attivitÓ e ha pubblicato proprio in questi giorni il bando di partecipazione al suo sesto biennio (online su www.unisob.na.it/giornalismo)

 

Il percorso formativo di due anni abilita gli allievi a sostenere l'esame di Stato per l'accesso all'albo dei giornalisti professionisti.

 

Insieme con Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, alla direzione della Scuola di Giornalismo c'Ŕ fin dal 2003 Paolo Mieli, che non ha rinunciato a questo ruolo neanche nel corso del suo secondo periodo di direzione del "Corriere della Sera". Oltre che su Mieli, il Master conta su un prestigioso condirettore giornalista come Pier Luigi Camilli, giÓ vicedirettore delle Testate giornalistiche regionali Rai e da sempre docente-coordinatore della Scuola di Giornalismo dell'UniversitÓ Suor Orsola.

 

I laboratori sono condotti da alcuni dei pi¨ illustri giornalisti del panorama editoriale italiano, a cui si aggiungono quattro giornalisti professionisti coordinatori di redazione che seguono gli allievi giorno per giorno (tra le tante attivitÓ c'Ŕ un laboratorio di dizione permanente per il giornalismo radiotelevisivo).

 

Soltanto nell'ultimo anno accademico tra gli allievi della Scuola di Giornalismo "Suor Orsola Benincasa" ci sono stati i vincitori del "Premio Ansa - Professione Reporter", del "Premio Giancarlo Siani", del "Premio Lorenzo Perrone: informare Ŕ prevenire"e della prima edizione del Premio "Formazione per l'informazione" indetto dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti.

 

 

Info
www.unisob.na.it/inchiostro
tel. 081.2522226/236 e-mail

Lacco Ameno, 4-6 Luglio 2013

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti