UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Associazione Italia-Portogallo Napoli

 

 

Omaggio a JosÚ Saramago

Presentazione del volume di Rosaria de Marco

Saramagico
Elementi e funzioni del fantastico nel romanzo filosofico di JosÚ Saramago

 

 

Lunedý 2 Dicembre ore 16

Biblioteca Pagliara

UniversitÓ Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

Lunedý 2 Dicembre alle ore 16 presso la Biblioteca Pagliara dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa si svolgerÓ un seminario di studi in omaggio a JosŔ Saramago, il celebre scrittore portoghese, premio Nobel per la letteratura nel 1998.

 

L'incontro Ŕ stato organizzato dall'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa in collaborazione con l'Associazione Italia-Portogallo in occasione della presentazione del volume di Rosaria de Marco "Saramagico. Elementi e funzioni del fantastico nel romanzo filosofico di JosÚ Saramago" (Edizioni ETS).

 

Discuteranno dei temi del volume, insieme con l'autrice, Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, Emma Giammattei, Preside della FacoltÓ di Lettere e il console onorario del Portogallo a Napoli Maria Luisa Cusati, docente di Letteratura portoghese all'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa.

 

Per la de Marco leggere Saramago per la prima volta "signific˛ fare un'esperienza di deriva semiotica, al di lÓ della convenzionale segnaletica della punteggiatura. Un inusuale configurazione di senso. Non una piscina con corsie ordinate, ma un mare con onde e profonditÓ insondabili".

 

L'inatteso, il miracoloso, il nuovo costituiscono, come spiega l'autrice, "gli elementi fondanti della narrazione di Saramago, che utilizza l'elemento fantastico e lo scarto della realtÓ abituale come elementi per richiamare il lettore ad un costante esercizio del dubbio".

 

"L'ironia che contraddistingue le sue opere - evidenzia la de Marco nella premessa al volume - non semplifica la loro comprensione ma al contrario regge un' interrogazione permanente che non ha risposte. L'inserimento del fantastico, quindi di un meccanismo non conforme, Ŕ la modalitÓ con cui Saramago realizza l'estraneazione, gettando nuova luce su giudizi che sembravano giÓ acquisiti. Questa tipologia letteraria Ŕ il risultato dell'impossibilitÓ di fondere, nella narrativa latina-americana, elementi arcaiaci e autoctoni con i nuovi modelli importati dalle varie dominazioni economiche".

 

Presentazione del volume

Hannah Arendt afferma che źil nuovo appare [...] sempre alla stregua di un miracolo╗.

 

╚ precisamente in questa formulazione che pu˛ essere iscritta la poetica di Saramago, il suo discorso di ricerca costantemente teso all'espressione dell'inatteso, del nuovo miracoloso che getta luce nuova su dati o giudizi ritenuti acquisiti. L'elemento irrealistico Ŕ sempre presente nei romanzi e racconti dello scrittore, ancorchÚ calato in una rigorosa sintassi del reale: caverne, cittÓ del sole, monadi, falansteri, cosý come penisole distaccate dai continenti e morti intermittenti, sono proposte quali architetture razionalissime funzionali alla dimensione fortemente etica della sua narrativa.

 

Il volume, dopo un breve excursus storico del fantastico e una panoramica teorica che ne mette a fuoco i termini, propone una disamina, nei romanzi saramaghiani, della presenza di elementi formali riferibili al modo fantastico, mettendone in luce la consistenza, le declinazioni e le divergenze rispetto agli standard correnti.

 

L'autrice

Rosaria de Marco Ŕ dottore di ricerca in Letterature romanze comparate dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli "L'Orientale", attualmente insegna Letteratura portoghese all'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha tradotto dal portoghese racconti, poesie e i romanzi Jornada de ┴frica di M. Alegre (Il Filo, 2010) e Mentre Salazar dormiva di D. Amaral (Cavallo di Ferro, 2013). Tra gli articoli pubblicati: Della guerra e della malattia. La memoria letteraria contro l'attenuazione della coscienza (Estudos Italianos em Portugal, 2007); Il passato plurale nelle traduzioni italiane di JosÚ Saramago (Univ. "L'Orientale", 2009) e le recensioni critiche: JosÚ Saramago, A Viagem do elefante (L'Orientale, A.I.O.N. sez. Romanza, 2010) e Domingos Bomtempo, S Il nobel privato (Confluenze, 2011).

Napoli, 2 Dicembre 2013

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti