UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Corso di Laurea magistrale in Restauro dei Beni Culturali
Comune di Sant'Antonio Abate
Ordine dei Padri Dehoniani
Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Napoli

 

 

 

Il restauro dei furti d'arte

Tornano a risplendere nel Santuario di Ges¨ Bambino di Sant'Antonio Abate due dipinti recuperati dal Nucleo regionale di Tutela del Patrimonio Culturale dell'Arma dei Carabinieri e restaurati dagli studenti dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa

 

 

 

Mercoledý 2 Marzo ore 17 la presentazione dei risultati del lavoro e una conferenza sulla terza missione dell'Ateneo al servizio del restauro del patrimonio culturale campano

 

 

 

Due anni di lavoro di restauro certosino nei laboratori dell'UniversitÓ per riportare all'antico splendore due imponenti dipinti (di due metri ciascuno) appartenenti alla Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Ges¨ di Sant'Antonio Abate. ╚ una delle ultime 'imprese' dell'ampio lavoro di 'terza missione' al servizio del patrimonio culturale campano, e non solo, realizzata dagli studenti del Corso di Laurea magistrale in Restauro dei beni culturali dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Napoli e il Nucleo regionale di Tutela del Patrimonio Culturale dell'Arma dei Carabinieri.

 

Furti d'arte (in questo caso una collocazione illecita ai sensi dell'art. 171 del Codice dei beni culturali e del paesaggio) scovati dai carabinieri del Nucleo di stanza a Castel Sant'Elmo, consegnati alla Soprintendenza napoletana per la valutazione e poi affidati alle 'cure' dei docenti, dei ricercatori e dei restauratori del Suor Orsola dove ha sede l'unico corso di laurea in Campania direttamente abilitante alla professione di restauratore.

 

Dopo la presentazione dei lavori di restauro svolti da ultimo per il Museo Diocesano e il Museo dei Vigili del fuoco di Napoli (anche durante il lockdown) mercoledý 2 marzo alle ore 17 nel Teatro "Padre Dehon" del Santuario di Ges¨ Bambino di Sant'Antonio Abate l'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa presenterÓ i lavori di restauro de "La Madonna della Vittoria con i Santi Bernardo e Benedetto" e della "Madonna con Bambino, Santi ed Angeli", due dipinti che appartenevano probabilmente all'arredo sacro di due importanti complessi monastici costruiti in epoca angioina: l'Abbazia di Santa Maria di Real Valle di Scafati e la Certosa di S. Giacomo di Pizzauto ad Angri.

 

Il lavoro di restauro Ŕ stato condotto nel Laboratorio delle Tele dell'UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa, con il coordinamento scientifico delle docenti Annadele Aprile e Patrizia Irena Somma e l'intervento dei laureandi Anna Casizzone, Alfonso Cascone, Carmen D'Amora, Anna Padovano, Sara Mancuso, allievi del Corso di Laurea magistrale in Restauro dei beni culturali presieduto da Pasquale Rossi.

 

All'incontro di studi sui lavori di restauro (programma completo su www.unisob.na.it/eventi) prenderanno parte, tra gli altri, Ilaria Abagnale, sindaco del Comune di Sant'Antonio Abate, Teresa Elena Cinquantaquattro, soprintendente ABAP per l'area metropolitana di Napoli, Massimiliano Croce, comandante del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale Campania, Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli e Ciro Moschetta, superiore provinciale per l'Italia centro meridionale dei Padri Dehoniani.

 

"Una delle soddisfazioni pi¨ grandi che vogliamo raccontare - anticipa Pasquale Rossi, Corso di Laurea magistrale in Restauro dei beni culturali - Ŕ Ŕ quella dei due anni di lavoro svolto al servizio del patrimonio culturale campano anche durante i periodi di lockdown pi¨ rigoroso. Grazie ad un decreto del Ministero dell'UniversitÓ del marzo 2020, che ha considerato l'importanza e l'indifferibilitÓ del nostro lavoro, nonostante il lockdown e le restrizioni dovute all'emergenza pandemica, le attivitÓ di laboratorio del Corso di laurea di restauro sono proseguite senza sosta, ovviamente nel pi¨ rigoroso rispetto dei protocolli e delle condizioni di sicurezza. Un'esperienza difficile ma che ci ha fatto sentire ancor pi¨ vicini ai tanti professionisti del Paese (dai medici ai rider) che non hanno potuto fermarsi ed hanno contribuito a farci ripartire".

Napoli, 1 Marzo 2022

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/22 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti