UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa
Maggio dei Monumenti

 

"Kuros Ludico"

Inaugurazione della Mostra dell'Uomo ludico

 

 

Mercoledý 11 Maggio alle ore 16 presso il piano mostre dell'antico claustro dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa alla presenza dell'Arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe e del dirigente dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa Lucio d'Alessandro si svolgerÓ la cerimonia inaugurale della Mostra "Kuros Ludico".  

 

"La Mostra didattica - spiega Lucio d'Alessandro - che, con nostra grande soddisfazione, rientra nei percorsi culturali del Maggio dei Monumenti di Napoli, nasce dall'idea che in una cittÓ cosý duramente mortificata, com'Ŕ oggi Napoli, non possa e non debba spegnersi la "joie de vivre" e che il compito di tenerla viva e diffonderla sia naturalmente rimesso anche alla libera espressione artistica dei nostri giovani, guidata e indirizzata dalle istituzioni formative scolastiche ed universitarie. E proprio per esaltare il valore educativo che compete alle istituzioni formative abbiamo scelto di inaugurare la mostra nel giorni in cui l'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa ospiterÓ l'incontro dedicato al tema "Etica pubblica e scuola", che Ŕ sicuramente una delle tappe fondamentali della "sfida educativa" che Ŕ asse portante del cammino del Giubileo per Napoli ideato dal Cardinale Sepe".  

 

La mostra Kuros Ludico Ŕ un progetto collettivo che hai coinvolto tutti e 130 gli studenti del liceo artistico dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa, che sono stati chiamati ciascuno ad elaborare una sagoma in materiale forex di dimensioni di cm. 180 x 80 circa, ispirata alle sintetiche forme del Kuros greco, realizzata secondo le proprie conoscenze e competenze con ogni mezzo e tecnica artistica (si poteva anche aggiungere e sottrarre materia al supporto stesso).  

 

"Abbiamo pensato proporre il tema dell'espressione ludica agli studenti liceali - spiega Gilda Cerullo, docente di teoria e metodi della comunicazione visiva dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa e responsabile scientifico dell'iniziativa - in quanto l'immaginario ancora incontaminato della loro giovinezza pu˛ esprimere al meglio quel senso democratico di liberta e di gioia di vivere, parte fondamentale di ogni essere umano e criterio ispiratore della mostra. In particolare offrire a tutti gli allievi del liceo artistico la possibilitÓ di esprimersi liberamente, coincide con la scelta del filo conduttore delle sagome umane che Ŕ il "fil rouge" del gioco, declinato dalle singole personalitÓ e sensibilitÓ degli allievi. L'obiettivo, che a giudicare dai lavori credo sia stato assolutamente raggiunto, era quello di rendere in forma visiva il concetto della "joie de vivre", tema caro a tanti artisti di grande fama come Matisse, Picasso e Delaunay, per citarne solo alcuni. Il tema della "joie de vivre", intensa e piacevole emozione quando un fine, pi¨ o meno consapevolmente perseguito, viene raggiunto e si manifesta nella persona con atti e comportamenti spontanei e liberatori, viene liberamente interpretato da giovani studenti che si confrontano sulla base delle loro personali esperienze. Immaginare tante silhouette tutte uguali e tutte diverse l'una dall'altra, riempie di significati e di emozioni grazie alla sua eterogeneitÓ, evocando orizzonti di liberta e gioco allo stesso tempo, attraverso l'efficacia e l'immediatezza delle immagini".  

 

Il progetto Ŕ nato all'interno dell'Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa giÓ con l'obiettivo di diffondersi ed affermarsi successivamente all'interno dell'intera citta, e del suo variegato tessuto urbano. Infatti nel giorno dell'inaugurazione dell'esposizione collettiva il critico d'arte Maria Corbi selezionerÓ le migliori opere da esporre negli spazi cittadini messi a disposizione dall'Assessorato ai Grandi Eventi del Comune di Napoli.  

 

"In un momento cosý difficile per la nostra cittÓ - evidenzia Lucio d'Alessandro - con una sempre pi¨ serpeggiante inclinazione al pessimismo e alla rassegnazione credo che possa essere davvero importante che il nostro mezzo di comunicazione del "kuros ludico", possa esprimere quella componente primordiale della "joie de vivre", da diffondere all'intera cittÓ urbana, attraverso i punti nevralgici in cui verranno esposte le sagome umane, affinchÚ queste immagini possano evocare un ritorno alla capacitÓ di saper sognare, soprattutto nei giovani, in una cittÓ cosý tanto mortificata".  

 

Orari di apertura della Mostra "Kuros Ludico":  

 

La mostra resterÓ aperta fino al 31 Maggio dal lunedý al venerdý dalle 10 alle 17  

 

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti