UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Comunicati stampa

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa
Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana
150░ Anniversario UnitÓ d'Italia

 

Costruttori di identitÓ

Il contributo della scuola alla formazione degli italiani tra Otto e Novecento

 

 

Sala degli Angeli  

UniversitÓ Suor Orsola Benincasa  

Via Suor Orsola 10, Napoli  

 

 

Giovedý 29 Settembre alle ore 16.30 presso la Sala degli Angeli dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa di Napoli prenderÓ il via il convegno dedicato al tema "Costruttori di identitÓ . Il contributo della scuola alla formazione degli italiani tra Otto e Novecento"  

 

Il convegno, che si inserisce nel fitto programma di celebrazioni che si svolgeranno a Napoli in occasione della visita del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, partirÓ dalla riflessione storiografica che ha da tempo accompagnato i temi dell'identificazione dei nuclei identitari che hanno affiancato le trasformazioni del territorio nazionale.  

 

Una riflessione che questo incontro di studio intende riproporre, come spiega presentando l'iniziativa Vittoria Fiorelli, docente di Storia moderna all'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa e promotrice del convegno, "anche attraverso una nuova periodizzazione che si lasci alle spalle il modello patriottico-risorgimentale oramai superato, per rileggere il progetto di consolidamento istituzionale e politico del Regno d'Italia nel quadro di un "lungo Ottocento" nel quale il dibattito culturale ha sostenuto e anticipato l'evoluzione storica dell'idea di patria e di nazione".  

 

Proprio perchÚ il lessico della complessitÓ e, nello stesso tempo, quello della coesione dell'individualitÓ storica italiana vanno ricercati nella storia culturale e civile del suo territorio, non vi Ŕ dubbio che la scuola e la progettazione dei modelli di costruzione dei saperi condivisi e delle tradizioni comuni abbiano svolto un ruolo essenziale nella crescita e nell'affermazione dell'identitÓ nazionale.  

 

"In questa prospettiva - evidenzia la Fiorelli - la storia emerge come cifra indispensabile per rileggere il processo di costruzione del senso di appartenenza degli italiani alla nazione, ma anche elemento irrinunciabile della preparazione degli individui nella scuola del Regno d'Italia. E nelle giornate di studio al Suor Orsola si cercherÓ di evidenziare come la scuola abbia rivestito una funzione nevralgica nel processo di consolidamento delle appartenenze nazionali. Progettando e diffondendo i modelli di trasmissione dei saperi condivisi e delle tradizioni comuni, essa ha costruito l'educazione civile sulla quale gli abitanti della penisola hanno potuto fondare le ragioni dello Stato e della Nazione italiana"  

 

Il convegno, cofinanziato dall'Unione Europea nell'ambito del progetto "La cultura come risorsa", Ŕ uno degli appuntamenti ufficiali del Comitato Nazionale per il Centocinquantenario e si svolge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.  

 

 

Le due giornate saranno articolate in tre sessioni:  

 

Giovedý 29 Settembre alle 16.30 si parlerÓ dei "Modelli pedagogici e didattici nelle istituzioni educative del Regno d'Italia" ;  

 

Venerdý 30 Settembre alle ore 9.30 il tema della discussione sarÓ "Il ruolo della scuola nella costruzione dello stato unitario" ;  

 

Nella sessione pomeridiana del venerdý (che verrÓ aperta alle ore 15.30 dall'intervento di Giuliano Amato, Presidente del Comitato Nazionale per il Centocinquantenario e dell'Istituto dell'Enciclopedia Treccani) sarÓ dedicata al tema "Mito risorgimentale e cultura nazionale".  

 

Tra i tanti relatori di altissimo profilo scientifico che saranno presenti alle tre sessioni del convegno interverranno tra gli altri Adolfo Scotto di Luzio, docente di Storia della pedagogia all'UniversitÓ degli Studi di Bergamo, Giuseppe Galasso, professore emerito di Storia medievale e moderna all'UniversitÓ degli Studi di Napoli "Federico II", Guido Melis, professore ordinario di Storia delle Istituzioni politiche all'UniversitÓ di Roma e membro della Commissione per le questioni regionali della Camera dei Deputati, Giuseppe Ricuperati, professore ordinario di Storia Moderna all'UniversitÓ degli Studi di Torino e Direttore della Rivista Storica Italiana, Antonino De Francesco, professore ordinario di Storia moderna all'UniversitÓ Statale di Milano, Fulvio Cammarano, professore ordinario di Storia contemporanea all'UniversitÓ degli Studi di Bologna, Michele Corsi, professore ordinario di Pedagogia generale e sociale all'UniversitÓ degli Studi di Macerata e Simonetta Ulivieri, professore ordinario di Pedagogia generale all'UniversitÓ degli Studi di Firenze.  

 

Per l'occasione Ŕ stata allestita anche una mostra che raccoglie immagini, materiali didattici e documenti risalenti alla fine dell'Ottocento e al primo decennio del Novecento, tutti provenienti dall'Archivio Scolastico dell'Istituto Suor Orsola Benincasa.  

 

 

 

Segreteria organizzativa  

 

Vittoria Fiorelli  

Chiara Salvati  

 

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti