MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Comunicati stampa

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa
Rogiosi Editore

 

 

Una Storia Azzurrissima

La passione per il Napoli fra disegni e racconti

Un brindisi per la chiusura della "Mostra Azzurrissima"

 

 

Martedì 1 Aprile ore 18.30

Piano Mostre

Università Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

La passione per il calcio che diventa dapprima arte e poi un variegato progetto editoriale. Sono questi gli ingredienti di "Una Storia Azzurrissima", il volume edito da Rogiosi e curato dal giornalista Marco Perillo che racconta quasi cento anni di storia sportiva del Calcio Napoli attraverso 80 disegni, realizzati con diverse tecniche pittoriche, che ricostruiscono l'epopea azzurra.

 

Un progetto editoriale che è diventato anche una Mostra espositiva allestita all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, presso il piano Mostre dell'Ateneo napoletano che già ospita tre musei e il primo Museo del Giocattolo italiano.

 

Martedì 1 Aprile alle ore 18.30 in occasione della chiusura della "Mostra Azzurrissima", tre mesi di esposizione e un grande successo di pubblico, ci sarà un brindisi conclusivo con la partecipazione del curatore del volume, Marco Perillo, dell'artista Sirio e di Antonello Perillo, caporedattore centrale della Rai di Napoli, ideatore del blog "Azzurrissimo" e autore della prefazione del volume.

 

Nell'occasione ci sarà anche un'apertura eccezionale del Museo del Giocattolo di Napoli che potrà essere visitato con la guida "virtuale" di un iPad, grazie al progetto LAB - Laboratorio Tecnologico del Museo del giocattolo, ideato dal Centro di Ricerca "Scienza Nuova" dell'Università Suor Orsola Benincasa.

 

Presentazione della Mostra

Un'inedita mostra di disegni, corredati da racconti di scrittori-tifosi napoletani, per raccontare la storia del Calcio Napoli, dal 1926 a oggi. È il progetto del trentenne artista di Marigliano Giuseppe Esposito "Sirio", diplomato all'Accademia di Belle Arti di Napoli e apprezzato dalla critica a livello nazionale. L'artista ha realizzato 80 disegni su fogli Fabriano 35x50, con tecniche pittoriche diverse, che ritraggono personaggi e momenti epocali che hanno contraddistinto la storia azzurra.

 

Da Pesaola a Vinicio, da Jeppson a Sivori, da Krohl a Bruscolotti, passando ovviamente per gli anni d'oro di Maradona e Careca, per gli anni della serie B e della serie C fino alla rinascita dell'era De Laurentiis, giungendo ai nostri giorni con Rafa Benitez allenatore. Quasi cento anni raccontati in modo originale e fantasioso attraverso la magia di penne, matite, chine, olii e tecniche innovative come disegno con caffè, nocillo o limoncello.

 

I disegni esposti al piano mostre dell'Università Suor Orsola Benincasa sono accompagnati da pannelli recanti i racconti di 11 scrittori partenopei, tutti sfegatati nella loro passione azzurra. Un numero non a caso, visto che 11 è il numero di una squadra di calcio in campo. E così, Mimmo Liguoro ha scritto un testo sul Napoli ai tempi di Achille Lauro, Antonio Carannante ha raccontato i suoi ricordi del Napoli di Vinicio. A Marco Ciriello il compito di occuparsi della figura di Maradona, Davide Morganti ha descritto il declino post-scudetti attraverso la figura del difensore Prunier, Tonino Porzio ha illustrato gli anni di Lippi e Boskov, Massimiliano Virgilio ha narrato il Napoli di Edy Reja, dalla C alla serie A. Marco Perillo ha ricordato il Napoli di Mazzarri, Angelo Petrella ha messo a confronto gli ex idoli Lavezzi e Cavani, Paolo Piccirillo ha fatto una panoramica dei napoletani nel Napoli, da Insigne a Quagliarella. Infine, Marco Ottaiano ha fatto un ritratto del tecnico spagnolo Benitez.

 

Il progetto mostra-libro vanta la prefazione di Antonello Perillo, caporedattore centrale della Rai di Napoli ed è arricchito da una riflessione sulla figura del tifoso a cura dell'artista Giuseppe Esposito "Sirio".

 

Presentazione del volume

Una miriade di disegni e undici racconti per una sola immensa passione: quella per la maglia azzurra del Napoli. In una piccola-grande opera culturale e sportiva le tavole dell'artista Giuseppe Esposito "Sirio" e i testi tra i migliori scrittori-tifosi campani accomunati dall'irrefrenabile amore per la stessa squadra del cuore.

 

Ci sono date, uomini e gesti - come il furore agonistico di Vinicio, le parate di Zoff, i lanci di Krol, le acrobazie aeree di Savoldi, le magie di Maradona, i guizzi di Lavezzi, le stoccate dei grandi bomber come Careca, Carnevale, Giordano e Cavani fino alle prodezze dell'attualità con Higuain, Benitez e la truppa degli spagnoli (Reina, Albiol e Callejon) - che raccontano la lunga epopea dal 1926 a oggi. Momenti belli e irripetibili, fissati per sempre nella memoria collettiva di un'intera città. Quasi cento anni di storia sportiva, impressi in modo originale e fantasioso sulla carta attraverso la magia di penne, matite, chine, olii e tecniche innovative come disegno con caffè, nocillo, limoncello, con i preziosi contributi di 11 autori a formare un'ideale squadra di calcio dal sangue "azzurrissimo".

 

 

 

Info
www.unisob.na.it/eventi
www.rogiosi.it

Napoli, 1 Aprile 2014

Napoli, 5 dicembre 2022
Giornata della matricola 2022/23
Accoglienza nuovi iscritti e presentazione del Corso di perfezionamento in Introduzione alle discipline psico-pedagogiche


Napoli, 6 dicembre 2022
Infoguerra. Guerre d'informazione nell'Infosfera
Presentazione del libro di Eugenio Iorio

Napoli, 7 dicembre 2022
Napoli cent'anni fa
1922-2022

Lezione magistrale di Paolo Mieli


Napoli, 12-13 dicembre 2022
Napoli alle soglie del secolo. Dagli archivi alle storie

Napoli, 14 dicembre 2022
ALSOB Christmas Meeting 2022


Napoli, 15 dicembre 2022
Bisanzio e l'Europa: attualità di un passato

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0