MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Comunicati stampa

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa
Goethe-Gesellschaft Italia
Con il patrocinio del Goethe-Institut di Napoli

 

 

Gli ospiti della Principessa

Ciclo di Seminari

Maggio - Ottobre 2014

 

 

Appuntamento inaugurale Lunedì 5 Maggio ore 16

Complesso della Principessa

Biblioteca Pagliara

Università Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

Ritrovare e rivivere l'atmosfera cosmopolita dei salotti letterari napoletani ottocenteschi, accogliendo studiosi ed esperti germanofoni di rilievo internazionale per un dialogo aperto con la città sulla vita, sulla società e sulla scienza della Mitteleuropa.

 

È questo l'obiettivo affascinante del ciclo di seminari "Die Gäste der Prinzessin - Gli ospiti della Principessa", ideato ed organizzato dall'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli con la collaborazione della Goethe-Gesellschaft-Italia ed il patrocinio del Goethe-Institut di Napoli.

 

La rassegna di seminari in lingua tedesca prende il nome dalla Principessa di Strongoli Adelaide Pignatelli del Balzo, fondatrice delle scuole e del Magistero del complesso di Suor Orsola, a cui è oggi dedicato un complesso di sale e biblioteche all'interno dell'Università Suor Orsola Benincasa.

 

Agli incontri in lingua tedesca si affiancheranno seminari in altre lingue, a testimonianza del tradizionale impegno dell'Università Suor Orsola Benincasa per la conservazione e la valorizzazione delle culture e delle identità linguistiche nella ricchezza delle differenze.

 

Il ciclo seminariale verrà aperto Lunedì 5 Maggio alle ore 16 da Klaus Hempfer, docente di Letteratura Comparata della Freie Universität di Berlino, con un incontro dedicato al tema: "Friederike" di Johann Wolfgang Goethe, ipotesi di una teoria della lirica.

 

Il secondo appuntamento è già fissato per il 16 Ottobre con Ernst Osterkamp, docente di Letteratura Tedesca alla Humboldt Universität di Berlino, e sarà dedicato al tema "Goethe e l'Europa".

 

La Principessa Adelaide del Balzo Pignatelli di Strongoli

Un pezzo di storia di Napoli, che riguarda la splendida cittadella monastica di Suor Orsola Benincasa posta alle pendici del Colle Sant'Elmo ed affacciata sul Golfo della città, è profondamente e intimamente legato alle vicende della Principessa Adelaide del Balzo Pignatelli di Strongoli (1843-1932). Un personaggio poco noto alla storiografia ufficiale, ma familiare a chiunque varchi la soglia del complesso monumentale che ospita da oltre un secolo l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

 

Insigne componente di quella èlite femminile napoletana che animava i salotti aristocratici del tempo, di accurata preparazione classica, amante delle arti, è ricordata dalle fonti dell'epoca per l'impegno in opere caritatevoli (durante l'epidemia di colera del 1884 e nella fondazione della Croce Azzurra, la prima scuola italiana per infermiere professionali).

 

Ma il suo nome è legato soprattutto alla fondazione delle scuole e del Magistero di Suor Orsola Benincasa (già romitorio voluto dalla mistica Orsola Benincasa alla fine del XVI secolo, soppresso nel 1861 dallo Stato unitario). Seppe tessere rapporti con tutte le case sovrane d'Europa, fu dama di corte della Regina Margherita (dal 1869 al 1915), protagonista di quel complesso contesto storico e sociale dell'Italia postunitaria, ne seppe tessere rapporti e collaborazioni come attestano i carteggi con Carducci, Crispi, Giolitti, D'Annunzio, Croce, Venturi. Ideò una scuola all'avanguardia, delineando percorsi di formazione pedagogica, letteraria, tecnico professionale con una straordinaria apertura alle novità culturali dell'epoca che comprendevano tanto l'educazione linguistica e scientifica quanto quella artistica con i laboratori di arti minori. Nel 1901 ottenne il pareggiamento del Magistero femminile al livello degli istituti di Magistero di Firenze e Roma, diventandone così Governatrice.

 

La sua capacità di generare un vivacissimo clima culturale le permise di mantenere autonomia di azione anche durante il ventennio fascista. Così l'eredità della Principessa va oltre l'impegno pedagogico, racchiudendo questioni complesse come l'origine della storia dell'arte come disciplina scientifica, le scelte artistiche della corte di Margherita di Savoia e non ultimo il rapporto con il Regio Istituto Artistico Industriale (oggi Istituto Palizzi).

 

Il Complesso della Principessa

Testimonianza di tutto questo sono oggi i luoghi, il lavoro e lo straordinario patrimonio artistico e culturale dell'Università Suor Orsola Benincasa che comprende biblioteche, pinacoteche, giardini e musei e che viene accuratamente conservato, restaurato ed innovato, come è appena accaduto per la nuova sala convegni dedicata alla "Principessa".

 

Una sala che sorge tra i suoi prestigiosi fondi librari che racchiudono anche le eredità di Sergio Ortolani e Rocco Pagliara, il collezionista eclettico, fratello del braccio destro della Principessa, Maria Antonietta Pagliara (poi direttrice dell'Istituto), che ha lasciato uno straordinario patrimonio di libri e spartiti musicali, stampe e opere d'arte che vanno da Dürer a El Greco e Corot. Una sala che trasuda di storia, come ogni luogo della cittadella universitaria: il Museo dell'Opera che custodisce i ritratti e buona parte del patrimonio artistico della Principessa, gli antichi corridoi con le riproduzioni fotografiche dell'arte greca, gli straordinari giardini del Claustro. Luoghi che sono racconti di storie che non si perdono nel tempo grazie a tutti quelli che ne hanno custodito la memoria come ha fatto per tanti anni Silvia Croce, a cui il Rettore Lucio d'Alessandro ha voluto intitolare proprio la passeggiata nei giardini del Suor Orsola.

 

 

 

Info e programma: www.goethe-gesellschaft.it

Napoli, 5 Maggio 2014

Napoli, 5 dicembre 2022
Giornata della matricola 2022/23
Accoglienza nuovi iscritti e presentazione del Corso di perfezionamento in Introduzione alle discipline psico-pedagogiche


Napoli, 6 dicembre 2022
Infoguerra. Guerre d'informazione nell'Infosfera
Presentazione del libro di Eugenio Iorio

Napoli, 7 dicembre 2022
Napoli cent'anni fa
1922-2022

Lezione magistrale di Paolo Mieli


Napoli, 12-13 dicembre 2022
Napoli alle soglie del secolo. Dagli archivi alle storie

Napoli, 14 dicembre 2022
ALSOB Christmas Meeting 2022


Napoli, 15 dicembre 2022
Bisanzio e l'Europa: attualità di un passato

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0