MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Comunicati stampa

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa
Librerie Feltrinelli

 

 

La Dieta Mediterranea

Mito e storia di uno stile di vita

Presentazione del volume di Elisabetta Moro

 

 

Mercoledì 11 Giugno ore 18

Libreria Feltrinelli

Via Santa Caterina a Chiaia 23, Napoli

 

 

Mercoledì 11 Giugno alle ore 18 presso la Libreria Feltrinelli di Napoli si svolgerà la presentazione del volume di Elisabetta Moro "La dieta mediterranea. Mito e storia di uno stile di vita" (Il Mulino Editore). Discuteranno del libro, insieme con l'autrice, Lucio d'Alessandro, Rettore dell'Università Suor Orsola Benincasa, Livia Iaccarino del "Don Alfonso 1890", e il giornalista Antonio Corbo.

 

Presentazione del volume

La Campania non è solo terra dei fuochi. È anche la regione che ha regalato al mondo la dieta mediterranea, che l'UNESCO nel novembre 2010 ha dichiarato patrimonio dell'umanità e che l'Organizzazione Mondiale della Sanità e la FAO hanno ufficialmente riconosciuto quale regime alimentare più sostenibile per il pianeta.

 

E senza Napoli tutto questo non esisterebbe. Perché proprio qui nel 1951, lo scienziato americano Ancel Keys, il più grande nutrizionista del Novecento, dopo aver studiato l'alimentazione degli operai dell'Italsider di Bagnoli e, qualche anno dopo quella dei contadini e pescatori cilentani, inventò l'espressione dieta mediterranea. Proponendola agli americani come regime salvavita. Il 50% dei cittadini USA in quegli anni moriva d'infarto mentre i Cilentani avevano tassi di longevità "giapponesi".

 

Elisabetta Moro nel suo libro racconta proprio questa bellissima storia italiana che ha il suo epicentro a Napoli e in Campania, rivelando i segreti di un riconoscimento che può diventare per la regione l'arma vincente di uno sviluppo sostenibile fondato sull'eccellenza delle nostre tradizioni e vocazioni produttive, ma anche su uno stile di vita fondato sulla convivialità e sul rispetto del territorio che abbiamo ereditato e che abbiamo il compito di trasmettere ai nostri figli.

 

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla dieta mediterranea, adesso lo si può leggere. L'autrice, sulla base di documenti inediti degli anni Cinquanta e Sessanta, e grazie allo studio delle carte private di Ancel Keys, Jeremiah Stamler ed altri grandi scienziati, costruisce un prezioso dossier che da questo momento diventa il punto di riferimento assoluto sull'argomento dieta mediterranea.

 

MedEatResearch - Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea

All'Università Suor Orsola Benincasa lo studio della dieta mediterranea è ormai una realtà consolidata, grazie al MedEatResearch, il Centro di Ricerche sociali sulla dieta mediterranea. Istituito nell'Aprile del 2012 presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e diretto dall'antropologo Marino Niola, il Centro è nato con l'obiettivo di valorizzare, promuovere e diffondere il patrimonio alimentare del Mezzogiorno d'Italia e incentivare gli scambi culturali sull'enogastronomia tra i diversi Paesi dell'area mediterranea.

 

 

 

MedEatResearch
Centro di ricerche sociali sulla dieta mediterranea
Direttore: Prof. Marino Niola
Via Suor Orsola 10, Napoli
Tel. 081.2522372 e-mail
www.unisob.na.it/medeatresearch

Napoli, 11 Giugno 2014

Napoli, 29 novembre 2022
Il caso Pastificio Gentile: dalla Valle dei Mulini al mercato internazionale

Napoli, 29 novembre 2022
Il diritto e la competizione tecnologica: batterie e semiconduttori
Incontro con Alessandro Aresu


Napoli, 29 novembre 2022
Poteri nuovi. Privati, penetranti, opachi
Presentazione del volume di Maria Rosaria Ferrarese


Napoli, 30 novembre 2022
Presidenti della Repubblica. Da De Nicola al secondo mandato di Mattarella
Presentazione del libro di Andrea Pertici

Napoli, 30 novembre 2022
Riflessioni sulla riforma del processo tributario

Napoli, 1 dicembre 2022
L'educazione alla pace come strategia di resilienza

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0