MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Comunicati stampa

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa
Scuola di Governo del Territorio
Consorzio Promos Ricerche

 

 

 

La riforma del regionalismo differenziato e l'allarme sul divario Nord-Sud

La Scuola di Governo del Territorio promuove al Suor Orsola un incontro con il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia per esaminare la sua nuova bozza di legge quadro sulle autonomie regionali

 

 

 

Venerdì 6 Dicembre ore 10.15

Sala degli Angeli

Università Suor Orsola Benincasa

Via Suor Orsola 10, Napoli

 

 

 

Lo nuova bozza di legge Boccia sul regionalismo differenziato e l'equilibrio tra diritti costituzionali, principio di eguaglianza e autonomie regionali in Italia. Saranno questi alcuni dei temi del dibattito sul Regionalismo differenziato promosso dalla Scuola di Governo del Territorio che in seno al Consorzio Promos Ricerche unisce, tra gli altri, le sette Università della Campania, il CNR e la Camera di Commercio di Napoli per stimolare sul piano nazionale progetti di ricerca, alta formazione e sviluppo occupazionale nell'ambito dei piani territoriali e urbanistici e dei programmi di sviluppo economico-territoriale.

 

L'appuntamento è fissato per venerdì 6 Dicembre alle ore 10.15 nella Sala degli Angeli dell'Università Suor Orsola Benincasa dove quattro anni orsono avevano preso il via le attività scientifiche e didattiche della Scuola di Governo del Territorio diretta dall'economista Riccardo Realfonzo.

 

Al dibattito, che sarà coordinato dal direttore della redazione napoletana di "Repubblica", Ottavio Ragone e sarà aperto dal Rettore del Suor Orsola, Lucio d'Alessandro, prenderanno parte, insieme con i Rettori delle Università della Campania, Carlo Iannello, direttore del Master in Management dei servizi pubblici locali della Scuola di Governo del Territorio, Sergio De Felice, presidente di sezione del Consiglio di Stato, Tommaso Edoardo Frosini, direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche del Suor Orsola e vicepresidente del CNR e Riccardo Realfonzo, direttore della Scuola di Governo del Territorio.

 

Le conclusioni della riflessione saranno affidate al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia che da pochi giorni ha presentato una nuova bozza di legge quadro sui "Principi per l'attribuzione alle Regioni di forme e condizioni particolari di autonomia, ai sensi dell'articolo 116 terzo comma della Costituzione". Un intervento elaborato per superare le richieste di autonomia avanzate dalle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna (che proponevano di sottrarre rilevanti spazi di azione allo Stato, tra cui l'istruzione, e di far restare sui territori regionali larga parte delle entrate fiscali) nonché la bozza di legge sul regionalismo differenziato elaborata dal precedente Governo.

 

"La nuova bozza di legge elaborata dal Ministro Boccia riconduce l'intera delicata tematica in un orizzonte attuativo ben più attento agli equilibri tra le regioni e al rispetto dei principi perequativi tanto espliciti nella nostra Carta Costituzionale. Dovrebbe però restare ferma la necessità di una ampia discussione parlamentare e nel Paese, che non investa solo il Governo e le regioni richiedenti, ma che coinvolga il più possibile i cittadini per le ricadute che l'applicazione dell'articolo 116 può avere sulla Costituzione materiale del Paese". Così Lucio d'Alessandro, presidente del Consorzio Promos Ricerche e vicepresidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, anticipa alcuni dei temi del dibattito che sarà ospitato domani dal Suor Orsola. "Nella bozza Boccia sono presenti una serie di passaggi che opportunamente si muovono verso una attuazione del regionalismo differenziato maggiormente in linea con l'intero dettato costituzionale - evidenzia Riccardo Realfonzo - ma restano una serie di passaggi da valutare con grande attenzione, relativi alla questione della distribuzione delle risorse tra le regioni e alla definizione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni, previsti dall'articolo 117 della Costituzione, che dovrebbero essere garantiti a tutti i cittadini in qualunque territorio dello Stato. La preoccupazione è che il regionalismo differenziato possa accrescere ulteriormente i divari territoriali".

 

Programma completo dell'incontro su www.unisob.na.it/eventi

 

Segreteria organizzativa
Scuola Governo del Territorio
c/o Consorzio Promos Ricerche
Camera di Commercio di Napoli
Via S. Aspreno n. 2 - 80133 Napoli
Tel. 081.4109140 e-mail
www.scuolagovernoterritorio.it

Napoli, 4 Dicembre 2019

© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0