MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Comunicati stampa

La Campania fanalino di coda in Italia per trapianti di organi

L'allarme lanciato dal Sabato delle Idee nel corso di Futuro Remoto con un incontro che ha illustrato le nuove frontiere della ricerca tecnologica per la Medicina 4.0

L'esempio del Suor Orsola sulla comunicazione multimediale al servizio della salute in un progetto sulla prevenzione oncologica

 

 

 

Terz'ultimo posto in Italia nel rapporto tra abitanti e donazioni di organi e uno sconfortante 13% in meno rispetto alla media nazionale per il consenso espresso dai cittadini alla donazione degli organi. ╚ la fotografia della scarsa 'cultura' della Campania sul tema della donazione degli organi emersa nel corso dell'ultimo incontro de "Il Sabato delle Idee", il pensatoio napoletano, fondato dallo scienziato Marco Salvatore, che da dieci anni mette in rete alcune delle migliori eccellenze scientifiche, accademiche e culturali del Mezzogiorno.

 

Dati illustrati da Patrizia Murino del Centro regionale Trapianti nel corso di una riflessione sulla "Medicina 4.0" che "Il Sabato delle Idee" ha promosso nell'ambito della 33esima edizione di Futuro Remoto a CittÓ della Scienza mettendo allo stesso tavolo docenti, esperti e ricercatori provenienti dalle principali realtÓ italiane del settore, dallo Human Technopole di Milano all'UniversitÓ Campus Bio-Medico di Roma, dal CNR, con il presidente Massimo Inguscio ad aprire il dibattito alla DIGITA Academy dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli Federico II.

 

"Quello della Campania nel settore della donazione degli organi Ŕ un gap soprattutto di conoscenza e di consapevolezza" ha spiegato Patrizia Murino illustrando anche la complessa normativa nazionale sul tema del consenso alla donazione degli organi. Un deficit di conoscenza sul quale "Il Sabato delle Idee" si Ŕ assunto l'impegno di iniziare lavorare attraverso la sua rete di azione.

 

Buone notizie sono invece arrivate dalle nuove frontiere della Medicina 4.0. Sull'asse accademico Napoli-Roma Ŕ giÓ attivo un importante progetto di ricerca realizzato dal Laboratorio di Sistemi di elaborazione e bioinformatica dell'UniversitÓ Campus Bio-Medico di Roma in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria elettrica e delle tecnologie dell'informazione dell'UniversitÓ di Napoli Federico II per lo sviluppo di nuovi sistemi in grado di classificare immagini di Immunofluorescenza Indiretta, una metodica utilizzata per cercare e identificare anticorpi anti-nucleo (ANA) nel siero del paziente per contribuire ad una diagnosi sempre pi¨ precisa di malattie autoimmuni. Dalla artrite reumatoide alla Sindrome di Sj÷gren ci sono molte malattie autoimmuni per le quali la "Medicina 4.0" pu˛ giÓ dare risposte diagnostiche e terapeutiche pi¨ precise.

 

Un progetto di ricerca che, come ha evidenziato Marco Salvatore, direttore scientifico dell'IRCCS SDN e fondatore del Sabato delle Idee, "ci dimostra le grandi potenzialitÓ dell'intelligenza artificiale e della robotica in campo diagnostico e terapeutico, rivoluzionarie sia in termini di "personalizzazione" dell'assistenza che di precisione diagnostico-terapeutica". PotenzialitÓ diagnostiche e terapeutiche che come ha spiegato il presidente del CNR, Massimo Inguscio, "sono molto utili anche per garantire una migliore qualitÓ della vita in un territorio come l'Italia che vede la longevitÓ in continuo aumento tanto da essere diventato assieme al Giappone il Paese con la pi¨ alta aspettativa di vita al mondo".

 

La grande rivoluzione tecnologica applicata alla medicina non deve per˛ dimenticare il punto di vista umano dei malati come ha voluto precisare Lucio d'Alessandro, Rettore dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa, sede di nuovi percorsi di alta formazione nei quali la secolare tradizione pedagogica dell'Ateneo si fonde con il moderno management del settore sanitario. "Le nuove tecnologie sono molto importanti non solo per la cura del paziente ma anche per la sfruttare i nuovi sistemi di comunicazione per la prevenzione, uno dei punti fondamentali per la salute pubblica", ha evidenziato d'Alessandro ricordando il lavoro di comunicazione multimediale dell'UniversitÓ Suor Orsola Benincasa al servizio della prevenzione oncologica nel progetto di ricerca e comunicazione con l'ASL Napoli 2 Nord. Un lavoro di comunicazione che potrebbe risultare molto utile sul tema della donazione di organi.

 

Il Sabato delle Idee - Segreteria organizzativa
Tel. 081.7614305 e-mail
Sito web: www.ilsabatodelleidee.it
Facebook: /ilsabatodelleidee
Twitter: @sabatodelleidee

 

Il Sabato delle Idee - Ufficio Stampa
Dott. Roberto Conte
Tel. 081.2522347
Cell. 380.7123104
e-mail

 

Fondazione Salvatore - Ufficio Stampa
Sud Comunicazioni
Tel. 081.6580426
Cell. 335.7431980
e-mail

Napoli, 23 Novembre 2019

24 maggio 2020
L'intervento del cappellano don Ambrogio Cotz
Ottava puntata: La conoscenza di Dio


3-25 giugno 2020
Il restauro dell'Arte Contemporanea: metodi e interventi
Ciclo di lezioni seminariali

© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0