Eventi

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa

 

 

 

Simone Veil

Le donne e la politica

 

 

Conferenza

Napoli, mercoledì 8 ottobre 2008 ore 17,00
Sala degli Angeli, via Suor Orsola 10

 

 

 

 

"Diciamolo chiaramente.
Io sono favorevole a tutte le misure di discriminazione positiva, suscettibili di ridurre le ineguaglianze di possibilità, le ineguaglianze sociali, le ineguaglianze di remunerazione, le ineguaglianze di promozione di cui ancora soffrono le donne".
(dall'autobiografia di Simone Veil Une vie)

 

Mercoledì 8 Ottobre alle ore 17 la Sala degli Angeli dell'Università Suor Orsola Benincasa ospiterà la conferenza dell'ex presidente del Parlamento Europeo Simone Veil dedicata al tema "Le donne e la politica".

"Simone Veil è in Europa - ha ricordato Francesco De Sanctis, Rettore del Suor Orsola Benincasa - il più significativo esempio di una donna che non solo ha raggiunto le cariche politiche più prestigiose, sul piano nazionale e continentale, ma ha pure svolto, a partire dal suo impegno in magistratura negli anni '60, una costante azione a favore delle donne, del loro riconoscimento in ambito politico e la loro assunzione di responsabilità politiche. Per i nostri studenti sarà un'occasione privilegiata ascoltarla e interloquire con Lei. Per noi sarà anche un piacere ed un onore riceverla a Napoli, città verso la quale ha sempre usato espressioni di simpatia e ammirazione".

Tre volte Ministro della Repubblica in Francia, prima e al momento unica donna a ricoprire la carica di Presidente del Parlamento europeo (il primo eletto a suffragio universale), presidente Gruppo liberale, democratico e riformatore dello stesso parlamento, dal1997 al 2007 giudice della Corte Costituzionale e presidente della Fondazione per la memoria della Shoah, Simone Veil si è impegnata costantemente a favore delle donne e per un loro ruolo di protagoniste nella politica e nella società.

Negli anni sessanta, giovane magistrato, cercò di migliorare le condizioni delle donne detenute anche delle militanti del FLN algerino; nel 1974, come ministro della sanità del governo Chirac presenta e fa approvare all'Assemblea nazionale, sopportando aspre polemiche e perfino attacchi personali, la legge sull'interruzione volontaria della gravidanza, poi nota come "legge Veil", quando in Francia, secondo stime attendibili, ogni anno ricorrevano all'aborto clandestino circa trecentomila donne, e quasi ogni giorno una donna moriva a causa di un aborto mal eseguito.

Come Presidente del parlamento europeo ha promosso politiche antidiscriminatorie a favore delle donne, ed anche recentemente si è battuta per una più significativa presenza delle donne nei settori vitali della società, dell'economia e della politica, proporzionale al loro numero ed al ruolo che svolgono nella società e nella famiglia.

Napoli, 7 dicembre 2022
Napoli cent'anni fa
1922-2022

Lezione magistrale di Paolo Mieli

Napoli, 12 dicembre 2022
Giornata della Ricerca e della Terza Missione
Dipartimento di Scienze giuridiche


Napoli, 12-13 dicembre 2022
Napoli alle soglie del secolo. Dagli archivi alle storie

Napoli, 14 dicembre 2022
ALSOB Christmas Meeting 2022


Napoli, 15 dicembre 2022
Bisanzio e l'Europa: attualità di un passato

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0