UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Eventi

UniversitÓ degli Studţ Suor Orsola Benincasa

 

 

Pomponio Mela, De Chorographia: rappresentazione dell'ecumene (sec. XV)

Pomponio Mela, De Chorographia:
rappresentazione dell'ecumene (sec. XV)

 

Polisemia dell'Italia nella koinÚ mediterranea

 

 

 

Napoli, lunedý 28 marzo 2011
Sala Villani, via Suor Orsola 10

 

 

 

In occasione della pubblicazione del volume a cura di Giusto Traina L'ecumene romana, nell'ambito della Storia d'Europa e del Mediterraneo, diretta da Alessandro Barbero, Salerno Editrice, Roma 2010.

I tre volumi sull'etÓ romana, a cura di Giusto Traina, appena pubblicati all'interno della grande opera Storia d'Europa e del Mediterraneo, diretta da Alessandro Barbero, ripercorrono un periodo di quasi mille e cinquecento anni, in cui l'Italia divenne prima progressivamente il fulcro di un sistema-mondo, basato sulla supremazia di Roma, per poi perdere tale primato con lo sgretolamento, in Occidente, della compagine imperiale, verificatosi fra V e VI secolo.

In questo lungo arco temporale, la Penisola italiana ha rivestito funzioni e ruoli diversi, ma ha sicuramente acquisito per la prima volta, con le riforme augustee, una sua fisionomia giuridico-amministrativa omogenea che ha costituito la "base storica" su cui si sono fondate, dall'Umanesimo in poi, tutte le riflessioni sulle ipotesi di una sua ricostituzione politica.

In questo secolare dibattito, un ruolo importantissimo Ŕ stato rivestito anche dal tema della "rottura" dell'unitÓ amministrativa della Penisola italiana, causata dall'ingresso dei longobardi in Italia, nel 568, che ha portato con sÚ anche l'esigenza del confronto fra ereditÓ latina e innesto di culture, come quelle germaniche, di matrice e tradizioni assai differenti.

Questi temi restano ancora oggi tutti sullo sfondo della discussione sulla fisionomia della nazione italiana contemporanea, che, come diceva Ludovico Antonio Muratori, si rispecchia inestricabilmente tanto nella esperienza unitaria di etÓ classica, quanto nelle molteplici sfaccettature delle diversitÓ regionali maturate nel medioevo.

L'incontro vuole essere un'occasione di approfondimento, da parte di studiosi di diversa formazione e provenienza, su questo complesso e affascinante intreccio di polisemie in cui Ŕ immersa l'attualitÓ italiana.

 

 

lunedý 28 marzo 2011
ore 16,30

Apertura dei lavori

Francesco De Sanctis

Intervengono

Alessandro Barbero
Jean-Pierre Brun
Federico Marazzi
Christopher Smith
Giusto Traina

 

 

 

 

L'iniziativa Ŕ cofinanziata dall'Unione Europea
nell'ambito del POR CAMPANIA FESR 2007-2013
Obiettivo Operativo 1.10 La cultura come risorsa

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti