UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Area comunicazione
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Eventi

 

 

 

 

Paolo Borsellino e l'agenda rossa

Salvatore Borsellino incontra la cittadinanza e gli studenti partenopei

 

 

Napoli, sabato 28 maggio 2011 ore 10,30
Forum delle Culture - ex Asilo Filangieri, via Maffei 18

 

 

 

źQuel fresco profumo di libertÓ╗
(Paolo Borsellino)

E' oramai chiaro che il disfacimento delle istituzioni civili ha consentito l'infiltrazione del potere malavitoso a tutti i livelli. Camorra, mafia, 'ndrangheta, riempiono un vuoto di potere dello Stato che nelle amministrazioni periferiche Ú caratterizzato da corruzione, lungaggini e favoritismi, configurandosi come poteri paralleli rispetto a quello ufficiale, privi di burocrazia e d'intermediari, nonchÚ componenti endemiche della societÓ campana.

Emblematico Ŕ il caso di Paolo Borsellino, prestigioso e stimato magistrato palermitano che ha pagato a caro prezzo lo scotto del suo impegno per la lotta contro la mafia e le associazioni malavitose in generale. Egli fu uno dei fautori del pool antimafia, nato per risolvere il problema dei giudici istruttori che lavoravano individualmente, separatamente, senza che alcuno scambio di informazioni potesse favorire una maggiore efficacia attraverso un'azione penale coordinata, capace di fronteggiare il fenomeno mafioso nella sua globalitÓ.

Un impegno concreto contro la mafia - quello di Borsellino - condotto con grande rigore e professionalitÓ, fino a quando il 19 luglio 1992 un'autobomba fu fatta scoppiare in Via Mariano D'Amelio a Palermo, provocando la sua morte e quella di cinque Agenti di Polizia di Stato.

Un documento che potrebbe fornire indicazioni determinanti per dare un volto ai mandanti esterni della strage Ŕ l'agenda rossa in cui il magistrato era solito appuntare riflessioni e contenuti dei suoi colloqui interrogativi.

Dell'agenda si sono perse le tracce: nella borsa del Magistrato sono stati trovati alcuni oggetti personali, ma non l'agenda, che avrebbe fornito elementi chiave per mettere a fuoco la complicitÓ di esponenti dello Stato con Cosa Nostra.

E' ammirevole, pertanto, l'impegno con cui si Ŕ voluta la pubblicazione del volume "Paolo Borsellino e l'agenda rossa", edito nel 2009 e teso a diffondere la conoscenza del duro impegno intrapreso contro la mafia, nonchÚ a sensibilizzare i ragazzi sulla delicata questione di Cosa Nostra.

Soprattutto in quartiere come il centro storico di Napoli, dove le regole dell'antistato spesso prevaricano schiacciando la legalitÓ, la comunitÓ necessita di nuovi modelli di comportamento che siano credibili: modelli reali, testimonianze, esempi di un impegno di denuncia che non deve e non pu˛ venire meno.

In quest'ottica in presenza di Salvatore Borsellino, fratello del noto magistrato, Ŕ stato organizzato presso la prestigiosa sede del Forum delle Culture - ex Asilo un incontro con gli studenti partenopei e con tutti coloro che mostrino sensibilitÓ sul tema, al fine di promuovere la legalitÓ e diffondere la conoscenza di una delle pi¨ tristi pagine di cronaca nera mai lette in Italia e nel mondo.

 

 

sabato 28 maggio 2011
ore 10,30

Modera

Antonio Corbo

 

 

 

 

info
+39 081.0322275 e-mail
www.exitcommunication.it

Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti