MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            

Eventi

Università degli Studî Suor Orsola Benincasa

In collaborazione con
Centro Studi 'Michele Prisco'

 

 

Gennaro Borrelli, Illustrazione alla prima edizione di "La provincia addormentata"

Ritorno a Prisco

Lo scrittore, il giornalista, il lettore

Giornata di studi nel decennale della scomparsa dell'autore con una mostra documentaria

 

 

Napoli, martedì 19 novembre 2013
Biblioteca Pagliara, via Suor Orsola 10

 

 

 

Una giornata di studi e una mostra dedicate a Michele Prisco ripercorrono il cinquantennio di attività narrativa, giornalistica, saggistica dello scrittore. Erede della tradizione europea e napoletana del romanzo borghese dell'Otto-Novecento, Prisco presenta a tutt'oggi un profilo non ancora messo a fuoco compiutamente dalla critica, non ancora individuato entro i parametri della storia e geografia della letteratura italiana, nella peculiarità e varietà dei risultati artistici conseguiti. Lontano dagli stereotipi e dalle mitologie concresciute intorno all'immagine di Napoli, e attratto dalla applicazione ai territori meridionali della lezione umbratile e inquieta di Gide, Prisco ha saputo inventare una provincia dell'anima, in nome di un realismo complesso, integrale, tanto da comprendere quelle ragioni del cuore che la ragione non può intendere. Nella misura tutta italiana del racconto lo scrittore ha presto trovato una identificazione di lunga durata non contraddetta dalla tentazione del romanzo, il genere che pertiene non solo ad una fase storica della letteratura ma anche alla definitiva normalizzazione dell'industria culturale. In tal senso, Prisco si è fatto teorico attento e argomentante di una formula narrativa riconoscibile, in sintonia con l'adeguamento consapevole al ruolo dello scrittore di professione, estraneo sia alle mode volatili delle avanguardie che alle trappole dell'impegno praticato come mestiere e vantaggiosa pacificazione. Nel decennale della scomparsa, tornare a Prisco significa contribuire, sotto le insegne della filologia, alla riedizione delle opere e al riconoscimento critico di una tra le figure più salde e significative, seppure meno appariscenti, del secondo Novecento italiano.

 

 

 

Martedì 19 novembre 2013
ore 10,00

Introduzione ai lavori

Lucio d'Alessandro
Annella Prisco

Presiede

Emma Giammattei

Intervengono

Stefano Folli
Michele Prisco e la società del suo tempo

Paola Villani
L'altro mestiere, mestiere non "altro"

Silvia Zoppi
Prisco: spirali della scrittura e parabola dello scrittore

Lorenza Rocco Carbone
La memoria nella narrativa di Michele Prisco

Ermanno Corsi
Dalla cronaca al romanzo

Ore 15,00

Presiede

Raffaele Giglio

Intervengono

Simona Costa
Prisco e la forma racconto

Patricia Bianchi
Le scelte linguistiche di Michele Prisco tra eredità consapevole e innovazione

Francesco Durante
Prisco, Rea e la repubblica imperiale e papale dei letterati

Fabio Pierangeli
I viaggi nel «cuore della vita»

Giangiotto Borrelli
Prisco, Borrelli e la pittura a Napoli

Emma Giammattei
La scrittura moderata: variazioni e spostamenti del primo Prisco

Presentazione Mostra documentaria

Caterina Prisco

 

 

 

Comitato scientifico

Lucio d'Alessandro
Emma Giammattei
Simona Costa
Raffaele Giglio
Paola Villani

Segreteria scientifica

Nunzio Ruggiero

 

 

 

La frequenza al Convegno, unita a una breve relazione sui suoi contenuti, dà diritto ad un CFU.


Acquafredda di Maratea (PZ), 14 agosto 2020
Presentazione del volume di Fabrizio Manuel Sirignano Il Grande Esule di Acquafredda. Francesco Saverio Nitti tra pedagogia, politica e impegno civile
Rassegna culturale 'I Dialoghi di Acquafredda'
Acquafredda di Maratea (PZ), luglio-agosto 2020

© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0