MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            
Goethe-Gesellschaft Italia

Eventi

La Goethe-Gesellschaft Italia ha promosso convegni internazionali su "Goethe nei paesi romanzi", "Goethe e la scena" (maggio 2000), e un congresso internazionale su "Schiller e la cultura italiana (maggio 2005).

Gli atti sono stati pubblicati come numeri monografici di «Cultura Tedesca».

Le prossime manifestazioni culturali promosse dalla Goethe-Gesellschaft Italia avranno luogo presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e presso gli enti culturali promotori.

Archivio eventi 2013

7 maggio 2013
Viaggi in Italia
Paul Heyse (1830-1914)

ore 18.30
Casa di Goethe
Via del Corso 18 (Piazza del Popolo), Roma.
Con Gabriella Catalano, Dorothee Hock e Paola Paumgardhen
Modera: Marino Freschi
Dicembre 1877, un altro tedesco va ad abitare a via del Corso 18, nella "Casa di Goethe". Si tratta di Paul Heyse, già affermatissimo scrittore, profondamente legato all'Italia sia per cultura sia per la sua attività letteraria. Oggi Heyse è caduto nel dimenticatoio, eppure a suo tempo fu uno dei più apprezzati e celebri scrittori tedeschi, tanto da ricevere nel 1910 il Premio Nobel per la Letteratura. La fama di Heyse è legata soprattutto ai suoi racconti, delicati, elegantemente scritti in punta di penna, con quel raffinato gusto dell'Ottocento maturo. E tra le più poeticamente riuscite sono proprio le novelle italiane, così stranamente vivaci che ripropongono con plastica incisività lo stereotipo dei caratteri meridionali, appassionate e insieme tenere espressioni di quell'umanità mediterranea, come l'avevano intesa, ammirata, rappresentata i poeti tedeschi da Goethe a Platen e Nietzsche.
Dopo un soggiorno a Sorrento nel 1853 Heyse compose le due novelle L'Arrabbiata e I solitari, pubblicate nel 2012 dalla Bibliotheca Aretina in una nuova traduzione a cura di Paula Paumgardhen. Dei racconti e dell'autore discutono con la curatrice del volume Gabriella Catalano, Dorothee Hock e Marino Freschi.
locandina (pdf)

In collaborazione con la Goethe-Gesellschaft Italia

21 gennaio 2013
Christoph Martin Wieland
A duecento anni dalla scomparsa del grande scrittore dell'illuminismo tedesco
ore 18.30
Casa di Goethe
Via del Corso 18 (Piazza del Popolo), 00186 Roma.
Intervengono: Renata Gambino, Paola Paumgardhen, Grazia Pulvirenti, Roberto Zapperi
Modera: Marino Freschi
La critica letteraria italiana si è ampiamente confrontata con la cultura letteraria e filosofica del '700 tedesco, soprattutto con gli autori e le opere della "età di Goethe", come pure con la figura, il pensiero e la produzione intellettuale e drammatica di Lessing. Meno intenso è stato il confronto con Christoph Martin Wieland, soprattutto considerando la sua centralità ed esemplarità all'interno della cultura del Settecento. Alcuni studi, anche recenti, ne hanno riproposto l'attualità e l'incidenza nello sviluppo del romanzo e in generale della civiltà estetica della Germania del Secondo Settecento, creando così le premesse indispensabili per una rivisitazione dell'opera di questo straordinario illuminista veramente europeo, anzi - come lui si sarebbe definito - "cosmopolita", di cui ricorre il bicentenario della morte, avvenuta nella "sua" Weimar il 20 gennaio 1813.
locandina (pdf)

In occasione della pubblicazione di Jinnistan. Una raccolta di fiabe dal regno delle fate e dei geni, a cura di Renata Gambino, Bonannno Editore, Catania-Roma 2013

In collaborazione con la Goethe-Gesellschaft Italia

In programmazione per la primavera 2013

- "L'Italia dei Premi Nobel: Paul Heyse, Thomas Mann, Hermann Hesse"
- "Il sionismo"
- "50 anni del 'Mito absburgico'"

© 2004/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0