InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

DA GENNAIO ARRIVA IL BOLLINO BLU PER GLI SCOOTER NAPOLETANI

Costerà 14 euro e andrà rinnovato ogni anno. Esentati i motorini elettrici


Dopo quello per gli autoveicoli, già in vigore da alcuni anni, ecco il bollino blu anche per i motorini napoletani. Recenti studi hanno evidenziato che le emissioni inquinanti di uno scooter sono maggiori di almeno il 20% rispetto a quelli di un automobile catalitica. Perciò, considerato il gran numero di mezzi a due ruote presenti in città, l'amministrazione comunale ha pensato a controlli più efficaci. Il bollino blu, che indica l'effettuazione del controllo sui gas di scarico, sarà obbligatorio a partire dal prossimo gennaio su tutti i motorini e mezzi a tre ruote circolanti nel comune di Napoli e immatricolati da più di quattro anni. Saranno esentati dal controllo solo i mezzi registrati come "storici" e quelli alimentati elettricamente. Obiettivo del provvedimento comunale è favorire un ammodernamento del parco veicoli circolante in città ed esercitare un maggiore controllo sulle emissioni inquinanti dei vecchi scooter. Il controllo è previsto ogni anno e l'adesivo dovrà essere esposto sul parabrezza del motorino o custodito insieme ai documenti di circolazione ed esibito durante i controlli dei vigili urbani. Il costo del bollino blu è di 14 euro. Per il rilascio ci si può rivolgere ai riparatori e ai meccanici autorizzati dal Comune di Napoli. L'elenco delle officine autorizzate si può trovare sul sito internet del Comune. Per ogni informazione è possibile rivolgersi al numero verde dell'Agenzia napoletana energia e ambiente (Anea) 800-273636.

[Renato d'Emmanuele]

[23.11.2006 - 12:42]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0