InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Regno Unito

Adotta una cabina telefonica
e fanne ciò che vuoi


Pensione? No grazie. Ideate nel 1924 attraverso un concorso indetto dalla città di Londra per il restilyng di alcuni quartieri, le cabine telefoniche inglesi sono da sempre considerate come uno dei simboli più iconici del mondo anglosassone. Con l'avvento degli smartphone e di nuovi mezzi di comunicazione, le storiche Red Telephone Box avevano rischiato di sparire per sempre, ma niente paura, non succederà. L'Office of Communication, l'ente governativo che gestisce le telecomunicazioni in Gran Bretagna, ha deciso infatti di salvare migliaia di telefoni a gettoni dalla rottamazione. Il motivo? Salvano vite.

Dalle circa 20 mila cabine ancora presenti sul tutto il territorio, infatti, in un anno sono state effettuate ben 200 mila telefonate d'emergenza. Questo aspetto è stato particolarmente rilevante nella decisione del governo di Londra. Nei criteri di selezione delle cabine che saranno mantenute ha inserito, oltre a quelli turistici, anche i luoghi scelti più di frequente per chiamare aiuto da persone in difficoltà. L'obiettivo è quello di offrire una possibilità di salvataggio a coloro che lo richiedono o, in caso di gesti estremi, convincere le persone a desistere. "La cabina telefonica può essere una via di salvezza in un momento di grande bisogno - ha dichiarato Selina Chadha, dell'Office of Communication - offriremo supporto a tutti coloro che si rivolgeranno ai numeri di emergenza".

Ma la gestione delle cabine rosse resta un tema molto sentito nel Regno Unito. Per contrastarne il lento, ma inesorabile, declino l'azienda telefonica British Telecom ha lanciato un'iniziativa chiamata Adopt a Kiost (Adotta un chiosco). Attraverso il pagamento simbolico di una sola sterlina, comuni e altre istituzioni possono acquistarne una e gestirla a proprio piacimento. Fra chi ha scelto di installarvi un defibrillatore pubblico e chi di trasformarle in piccole caffetterie, tantissime sono stati i cambi di destinazione d'uso. Grazie a questa iniziativa circa 6mila cabine rosse sparse per il territorio britannico hanno iniziato una nuova vita, contribuendo ad alimentare un mito british che resiste da quasi un secolo.

Stefano Neri

[22.11.2021 - 19:24]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0