InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Oksana Baulina

La giornalista russa
morta in Ucraina


Era russa, ma stava testimoniando quanto sta accadendo in Ucraina. Oksana Baulina, il suo nome, è una delle sei giornaliste rimaste vittima sul campo dall'inizio del conflitto. A soli 43 anni è morta per testimoniare la realtà della guerra, contro la propaganda russa. L'episodio che le è costato la vita è accaduto il 23 marzo. La giovane giornalista si trovava a Kiev, nel quartiere Podolsk. Il suo obiettivo, quel giorno, era riprendere le bombe che stavano distruggendo la zona e più precisamente un centro commerciale. Insieme a lei è morto un civile, mentre due persone che la accompagnavano sono finite in ospedale. Oksana lavorava per "The Insider" uno dei giornali indipendenti finito nel mirino del FBI russo.

Oksana era politicamente impegnata, aveva infatti lavorato presso la fondazione anticorruzione di Alexei Navalny. Dopo l'inclusione dell'organizzazione nella lista degli estremisti, Oksana fu costretta a lasciare la Russia. Prima del terribile episodio la giornalista era riuscita a realizzare diversi reportage da Leopoli e da Kiev. Profondamente addolorati i colleghi del "The insider".

Raffaella Grimaldi

[2.4.2022 - 08:27]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0