InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Di nuovo coi bagagli

I napoletani scelgono Spagna e Grecia
per tornare a viaggiare a Pasqua

L'iconica isola greca di Santorini. I napoletani tornano a viaggiare e la Grecia è tra le mete più blasonate.


Sarà una Pasqua 2022 da tutto esaurito. Dopo due anni tra lockdown, zone rosse e restrizioni anti-covid, tornano finalmente le vacanze delle festività pasquali. I numeri sono ancora lontani da quelli registrati nel periodo pre pandemico, ma c'è un sostanziale rialzo dei viaggiatori che torneranno a visitare le principali località turistiche. Secondo un'indagine di Federalberghi, gli italiani che si metteranno in viaggio saranno circa 14 milioni. E di questi, 1 su 4 (circa il 25%) approfitterà della vicinanza con il 25 aprile per allungare la vacanza di altri 7 giorni. Quasi il 90% sceglierà di restare in Italia, mentre il 10,5% partirà per una località estera. Le mete preferite per i viaggiatori che resteranno in Italia saranno quelle di mare, seguite dalle città d'arte e la montagna. Per chi invece si recherà all'estero a vincere sono le grandi capitali europee con il turismo si conferma un volano eccezionale per l'economia conun giro di affari di circa 7,06 miliardi di euro.

La città di Napoli è tra le mete più gettonate del Paese. Presa particolarmente di mira dai turisti stranieri che spesso scelgono di appoggiarsi nel capoluogo partenopeo per poi visitare anche la Costiera Amalfitana. E per il ritrovato flusso di viaggiatori, esprimono soddisfazione anche i tour operator napoletani che però sottolineano la scarsità dei servizi offerti.

"Del ritorno dei turisti siamo contenti, ma si tratta di un turismo di basso livello - dichiara Maurizio Firenze, decano degli agenti di viaggio e titolare di una nota agenzia partenopea - la città ormai da anni non riesce più ad attrarre turisti di alto livello, questo perché i servizi che vengono offerti sono scadenti. Ed è impensabile che la meta più gettonata del Paese abbia un servizio di trasporto pessimo".

Flussi di visitatori in aumento anche nelle isole del Golfo, con Procida Capitale italiana della cultura 2022 in testa.

Ma per chi arriva, c'è anche chi da Napoli parte. Moltissimi infatti, i cittadini che hanno scelto di trascorrere la pasqua fuori porta, tante le località italiane scelte anche se a vincere sono le mete estere con Spagna e Grecia in testa.

"Città spagnole e isole greche sono le mete più gradite ai napoletani per queste festività - spiega Firenze - degne di nota sono anche quelle intercontinentali che dopo le restrizioni stanno tornando in auge. Egitto, Messico e Maldive sono località che abbiamo trattato con molta frequenza, ed è bello constatare che il settore turistico stia ripartendo".

Ma il 2019, in termine di affari è ancora molto lontano. Il periodo pre-covid resta ancora distante anni luce, ma la ripresa, seppur giudicata timida accende la speranza per gli operatori del settore. "Credo che quei livelli saranno raggiungibili solo fra qualche anno, ma ci godiamo questa ripartenza augurandoci che il peggio sia passato."

Stefano Neri

[12.4.2022 - 11:51]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0