InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Il crollo

Zalando, prima volta numeri in calo
"La guerra frena la voglia di comprare"


Si tratta di un vero e proprio caso quello che coinvolge uno degli attori principali dell'economia digitale: per la prima volta dalla sua nascita Zalando ha registrato un calo degli acquisti che ha portato l'azienda tedesca a diminuire le sue stime per il 2022.

La società, specializzata nella rivendita di moda on-line, ha presentato il bilancio del primo trimestre dell'anno corrente: da gennaio a marzo le vendite sono scese dell'1,5% mentre si è registrato un aumento del 46,8% nello stesso periodo del 2021. L'azienda tedesca ha riportato una perdita di quasi 52 milioni di euro, rispetto a un profitto di 93 milioni di euro di un anno fa.

"I consumatori non hanno voglia di fare acquisti, visto che vige un'atmosfera di pessimismo con i prezzi che corrono e il conflitto ucraino che non sembra arrivare a una conclusione", dichiara il co-amministratore delegato Robert Gentz. Tra le cause principali del calo degli acquisti anche l'allentamento delle restrizioni pandemiche che hanno permesso alle persone di tornare a fare compere nei negozi fisici. Motivo per cui Zalando è stato solo in grado di aumentare leggermente il suo numero di clienti rispetto al trimestre precedente, a 48,8 milioni.

Da sottolineare che la notizia è stata diffusa prima dall'agenzia di stampa Reuters, seguita dal quotidiano tedesco FAZ (Frankfurter Allgemaine Zeitung, ndr) e da Yahoo!Finance, diventando virale sul web e sui social. Il motivo? L'azienda berlinese fondata nel 2008 conta quasi più di 50 milioni di clienti attivi e opera in ben 23 mercati internazionali, ricoprendo un ruolo importante nella vasta gamma di aziende specializzate nell'e-commerce.

Eppure, i dati preoccupano e il cambio di rotta è dietro l'angolo: «Siamo flessibili e ben attrezzati per guidare Zalando in questo mercato volatile. Questo include apportare le modifiche necessarie per migliorare le nostre prestazioni», ha dichiarato con un comunicato Sandra Dembeck, direttore finanziario di Zalando. «Allo stesso tempo continuiamo a investire nell'intero ciclo per generare valore a lungo termine. Stiamo espandendo la nostra rete logistica e facendo avanzare la nostra piattaforma per servire meglio i nostri clienti e partner, consentire una crescita sostenibile futura e prepararci ad un successo a lungo termine».

Mattia Ronsisvalle

[5.5.2022 - 22:34]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0