InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Orgoglio tricolore

Il vino e l'olio: l'Italia li celebra
XII edizione della Giornata a tema

(foto di Rene 1905 su Pixabay)


La Giornata nazionale della cultura del vino e dell'olio arriva alla XII edizione. Sarà celebrata il 7 maggio con eventi in varie regioni d'Italia durante i quali sarà possibile fare degustazioni di prodotti tipici locali. "Rinnovare il valore della formazione per comunicare il valore dei territori" è l'obiettivo di quest'anno.

Diffondere e comunicare il vino (e l'olio)

Il vino vive di un rinnovato interesse popolare: tutti ne parlano e tutti ne vogliono comunicare, specialmente i giovani. Le finalità dell'iniziativa sono quelle di sensibilizzare e diffondere conoscenza della materia, delle economie e delle tradizioni legate alla produzione enologica e olearia delle regioni italiane.

"Rispetto all'ultimo anno il comparto vinicolo è cresciuto con un valore che supera i 13 miliardi di euro in relazione alle esportazioni, ma sulla comunicazione del vino si può ancora fare di più" ha spiegato Ettore Prandini, presidente Coldiretti. Oggi il vino è sempre più un'attrazione turistica, molte cantine propongono degustazioni e visite guidate nei luoghi in cui nasce questo prodotto e saperlo comunicare al meglio incrementerebbe la sua diffusione all'estero.

Il Made in Italy come elemento di interesse culturale

L'11 aprile scorso alla fiera del Vinitaly, l'Associazione Italiana Sommelier ha sottoscritto un protocollo d'intesa triennale con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, il Ministero dell'Istruzione e il Ministero della Cultura, che ha come obiettivo quello di promuovere il made in Italy. Inoltre, con questo accordo dal prossimo anno sarà possibile avvicinare al mondo dei prodotti locali anche le scuole secondarie di I e II grado poiché saranno avviati percorsi didattici mirati a mettere in correlazione musei, collezioni, paesaggi e giardini a temi specifici della produzione vitivinicola e olearia. Già quest'anno infatti per la celebrazione della giornata nazionale del vino e dell'olio sono stati scelti luoghi storici delle varie regioni come il Palazzo d'Avalosa a Procida (capitale della cultura italiana 2022), il Castello di Lauria (sede dell'enoteca regionale siciliana), il museo del vino in Sardegna, il Castello dei Doria in Liguria e ancora diverse ambientazioni culturali per la Valle d'Aosta, il Piemonte, il Veneto l'Umbria, le Marche, l'Emilia Romagna, il Molise, la Puglia, la Basilicata e la Calabria. In ognuna delle location ci saranno esperti che parleranno dei prodotti oleari e vinicoli locali e che metteranno a disposizione degli invitati ricche degustazioni. Insomma, si prospetta una giornata in cui sarà possibile ammirare bellezze artistiche del nostro Paese e assaporare vini e oli, fiore all'occhiello d'Italia.

Maria Chiara Valecce

[5.5.2022 - 18:36]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0