InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Gran Bretagna

La regina non va in Parlamento
Al suo posto il principe Carlo


La regina salta il discorso in Parlamento. Oggi, all'avvio ufficiale dell'anno parlamentare, Elisabetta II non sarà presente a Westminster. Al suo posto il principe Carlo a cui sua maestà sta delegando sempre più impegni negli ultimi anni.

L'assenza della regina

Era capitato solo due volte che la regina Elisabetta, nota per la sua dedizione ai suoi impegni, non prendesse parte alla tradizionale funzione al Parlamento. È successo nel 1959 e nel 1963, quando la sovrana era in dolce attesa rispettivamente dei principi Edoardo e Andrea. A impedirle di recarsi a Westminster quest'anno sono le sue condizioni di salute. La regina novantaseienne ha delegato l'impegno al principe Carlo. L'erede al trono è sempre più spesso impegnato a rappresentare la regale madre nelle occasioni pubbliche. La regina infatti si è definitivamente trasferita nel castello di Windsor e da lì attende ai suoi impegni istituzionali, ricevendo ospiti e partecipando a numerose videoconferenze. L'ultima uscita pubblica era stata in occasione della cerimonia in ricordo del principe Filippo lo scorso marzo, occasione in cui la sovrana era apparsa stanca e affaticata.

Tutto ciò, se da un lato è pienamente comprensibile data l'età di Elisabetta, dall'altro lato sta destando preoccupazione nei cittadini inglesi. I britannici infatti temono che Elisabetta possa mancare anche i festeggiamenti per i 70 anni di regno, previsti tra tre settimane.

La partecipazione di Carlo

Il principe Carlo dunque sostituisce la madre oggi. Per permettere la partecipazione della regina quest'anno erano state fatte alcune modifiche al cerimoniale: la regina sarebbe arrivata in auto e non in carrozza e avrebbe indossato un normale abito da giorno al posto del pesante mantello bordato di pelliccia. Tuttavia, da Buckingham Palace hanno fatto sapere che ricorrenti "problemi motori" l'hanno costretta "a malincuore" a rinunciare. Cosa che sta avvenendo sempre più spesso e che sta facendo emergere sempre di più le "nuove generazioni" regali. Non solo il principe Carlo e sua moglie Camilla, ma anche e soprattutto gli amatissimi William e Kate (Middleton).

Il discorso al Parlamento

La regina Elisabetta, ogni anno come i suoi predecessori, inaugura l'anno parlamentare a Westminster. Lo fa con un discorso concordato con il governo e proclamato nella Camera dei Lord nel mese di maggio o di giugno.

Una curiosa tradizione prevede che, prima dell'arrivo della sovrana a Westminster, vengano setacciati i sotterranei del Parlamento. Ancora, per tutto il tempo in cui la regina è presente al parlamento, un membro della Camera dei Comuni viene "tenuto in ostaggio" a Buckingham Palace. Si tratta di un'antica procedura elaborata in seguito alla cosiddetta Congiura delle polveri, che vide messa a rischio la vita del re Giacomo I nel 1605 per un attentato.

Annachiara Giordano

[10.5.2022 - 12:20]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0