InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

In Spagna

Arriva il congedo per dolori mestruali
La ministra: "Saremo i primi in Europa"


Un congedo dal lavoro di tre giorni al mese per le donne che soffrono di ciclo mestruale doloroso. L'accordo all'interno della coalizione di centrosinistra al governo in Spagna sarebbe stato già raggiunto e la misura potrebbe essere varata in tempi strettissimi, all'interno di un pacchetto di norme di supporto "ai diritti alle donne".

"E' così. Saremo il primo Paese in Europa a proporlo", ha affermato la ministra delle Pari opportunità Irene Montero, prima promotrice dell'iniziativa.

Secondo il progetto di legge il congedo verrà garantito come "permesso speciale", senza limiti di giorni e quindi variabile a seconda delle indicazioni mediche, e senza necessità di contributi precedentemente versati dalle richiedenti. Il progetto di legge, che dovrebbe essere approvato domani in Consiglio dei ministri, non include tuttavia la riduzione al 4% dell'iva sui prodotti igienici femminili, tipo gli assorbenti, come previsto inizialmente.

La possibilità di introdurre congedi mestruali era stata oggetto nei giorni scorsi di dibattito nel governo spagnolo, formato dal Partito socialista e Unidas Podemos, partito della Montero. In particolare la socialista Nadia Calvino aveva frenato affermando: "L'esecutivo non adotterà mai misure che possano provocare una stigmatizzazione delle donne". Pareri in contrasto erano emersi anche dai sindacati spagnoli Ugt e Comisiones Obreras che hanno espresso il timore che possa aumentare la discriminazione nell'assunzione di lavoratrici da parte delle imprese. In particolare, Cristina Antonanzas vicesegretaria dell'ugt ha affermato: "Chiediamo che le donne siano considerate lavoratrici con gli stessi diritti degli uomini".

Ma ora le divisioni sembrano superate e l'accordo pare raggiunto.

In Paesi come Vietnam, Corea del Sud, Taiwan, Cina e Giappone il congedo mestruale è già legge. Si tratta di un congedo retribuito, concesso alle lavoratrici che soffrono di dismenorrea durante il ciclo.

Anche in Italia cinque anni fa si era discusso un disegno di legge analogo. A proporlo erano state alcune deputate del Pd, guidate da Romina Mura (Pd). Ma poi venne accantonato. "Sarebbe utile, ma in Italia il dibattito è ancora arretrato", ha commentato la notizia del progetto spagnolo l'ex segretaria della Cisl Susanna Camusso. "Una legge di civiltà, ma credo che in Italia manchi ancora l'apertura mentale", ha detto invece Ivana Veronese della Uil.

Lucia Stefania Manco

[17.5.2022 - 17:58]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0