InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

M5s, la notte di San Lorenzo
Di Maio prepara un nuovo gruppo


L'ufficialità ancora non c'è, ma potrebbe arrivare già in serata. L'addio di Luigi di Maio al Movimento cinque stelle sembra inevitabile. Alla Camera l'ex capo politico del movimento è in procinto di creare un nuovo gruppo che conterebbe già tra i 20 e i 25 deputati, mentre al Senato se ne contano una decina.

È in corso in queste ore la raccolta firme per la costituzione della nuova componente con a capo Luigi Di Maio. Tra i deputati pronti a seguirlo vi sarebbero tra gli altri l'ex sottosegretario Gianluca Vacca, Sergio Battelli, Alberto Manca. Tra i senatori, invece, circolano voci sulla possibile adesione di Primo Di Nicola, Antonella Campagna e Simona Nocerino. Nomi ai quali, secondo diverse fonti, potrebbero aggiungersene altri.

Lo scontro tra il presidente del M5s Giuseppe Conte e Luigi Di Maio si è aperto sulla posizione del Movimento sulla guerra in Ucraina e sulle alleanze dell'Italia. Da una parte il presidente Conte che chiede a Draghi di mettere un freno all'invio di armi in Ucraina e, dall'altra, Di Maio che invece non condivide questa posizione. "Metterebbe a rischio la linea atlantista del governo", ha sottolineato il titolare della Farnesina, accusato a sua volta da molti del suo partito di procedere in solitaria nelle decisioni importanti, di aver interpretato tutta la linea del Movimento non ascoltando le differenti posizioni.

Lo scontro, alla vigilia dell'informativa di Draghi in Senato (domani alla Camera) in vista del Consiglio europeo del 23 e 24 giugno desta preoccupazioni per la tenuta del governo. Preoccupazioni anche tra i dem per la tenuta del cosiddetto campo largo, l'alleanza pd-M5s che sembra essere stata rilanciata durante il patto dell'aperitivo a casa Conte a Roma.

Ma sono anche altri i temi dello scontro tra Di Maio e Conte, tra i dimaiani e i contiani. In primis, il voto sulla regola del doppio mandato sulla quale Beppe Grillo non pare intenzionato ad accettare la possibilità di una deroga che permetterebbe a esponenti come Di Maio di ricandidarsi.

La diaspora di queste ore verso il nuovo gruppo potrebbe essere solo all'inizio. Ai nomi circolati in queste prime ore se ne potrebbero aggiungere altri, secondo alcune voci vicine a Di Maio.

Lucia Stefania Manco

[21.6.2022 - 19:20]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0