InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Le donne in piazza
per l'aborto libero


Piazza Dante si è colorata di fucsia con centinaia di donne che hanno manifestato per l'aborto libero e sicuro. Chiedono una revisione della legge 194 che regola l'aborto in Italia. Chiedono una rivisitazione che preveda la somministrazione della pillola abortiva domiciliare e che tuteli le donne dai medici obiettori. Le manifestanti di 'Non una di meno' portano in piazza un fatto: 22milioni di donne morte ogni anno per non aver ricevuto la garanzia di un aborto libero e sicuro. "Siamo furiose", questo lo slogan. Le mobilitazioni a pochi giorni dall'esito delle elezioni che hanno visto la destra vincitrice stanno avendo luogo in tutta Italia. In tutte le piazze, compresa quella di Napoli non mancano le critiche al nuovo governo. "Una donna al governo? Che importa. Una fascista è sempre una fascista". Questa la reazione di una giovane attivista al microfono. E ancora, "Dio, patria e famiglia? Che vita di m...". Poi la palla passa al movimento transfemminista che chiede una revisione della 164, la legge con cui viene regolato il cambio anagrafico di genere.

In piazza anche gli striscioni con slogan a sostegno delle donne Iraniane e in ricordo di Mahsa Amini e Hadis Najafi, le donne uccise in Iran. La prima per non aver indossato adeguatamente il velo e la seconda perché simbolo delle proteste.

Cristina Somma

[29.9.2022 - 09:48]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0