InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Rishi Sunak

Il volto nuovo
della Gran Bretagna


Origini indiane, 42 anni, figlio di immigrati: Rishi è il volto nuovo della Gran Bretagna. Il leader del Partito Conservatore di maggioranza, ex ministro delle finanze con Boris Johnson, è ora Il nuovo primo ministro britannico. Entrato in carica dopo le dimissioni di Liz Truss, Sunak entra alla storia per una serie di primati: il più giovane primo ministro britannico, il primo uomo di colore e fede induista a guidare un governo di Sua Maestà, il primo insediato dopo la morte della regina Elisabetta II.

Rishi Sunak sale al potere nel momento più critico della storia dei Tories: entra in carica dopo Liz Truss, dimessasi dopo appena 45 giorni a causa della perdita di consensi dovuta al tentativo di impostare una politica economica basata sul taglio delle tasse senza avere le necessarie coperture. Truss era succeduta a Boris Johnson, dimessosi a sua volta a luglio.

Le origini

Sunak nasce nel 1980 in Gran Bretagna, esattamente a Southampton, nel sud est del paese. I genitori erano entrambi di etnia Punjabi, nati nell'Africa coloniale da emigrati indiani. Dopo l'indipendenza dell'India, entrambi si trasferirono nel Regno Unito dove si sposarono. Rishi cresce dunque da vero britannico in una famiglia benestante: il padre Yashvir era medico e la madre Usha farmacista. Rishi è il primo di tre fratelli: Sanjay è psicologo e Raakhi, la sorella, lavora come responsabile per l'impegno e la strategia delle Nazioni Unite presso l'Ufficio per gli esteri, il Commonwealth e lo sviluppo.

La formazione e gli esordi professionali

Enfant prodige della politica Rishi intraprende già da ragazzo, grazie ai suoi genitori, studi universitari elitari. Studia infatti al Winchester College, uno dei più costosi del Paese, per poi entrare nella prestigiosissima Università di Oxford dove si laurea in politica, filosofia ed economia.

Prosegue poi gli studi negli Stati Uniti dove consegue un master presso l'Università di Stanford.

Giovanissimo trova lavoro presso la banca d'investimento Goldman Sachs e poi come gestore di hedge fund. Tornato nel Regno Unito, Sunak è stato eletto in Parlamento per il seggio di Richmond, nello Yorkshire, nel 2015 e ha ricoperto diversi incarichi ministeriali minori prima di essere nominato cancelliere dello Scacchiere da Johnson all'inizio del 2020, poco prima dell'arrivo della pandemia.

Il matrimonio e il suo patrimonio

È proprio negli Stati Uniti dove conosce sua moglie, Akshata Murty, fashion designer e figlia del miliardario Narayana Murthy, uno degli uomini d'affari più famosi al mondo, soprannominato il Bill Gates dell'India. La donna ha ereditato un cospicuo patrimonio dal momento in cui il padre è andato in pensione. Rishi e Ashkata hanno due figlie e un patrimonio immobiliare notevole, valutato circa 17 milioni di euro. Durante la settimana la coppia vive a Londra in un quartiere più lussuosi della capitale, mentre nei week end si trasferiscono nel nord dell'Inghilterra in un maniero georgiano con lago privato e campo da tennis. È per questo stile di vita che Sunak viene percepito come un outsider, un esponete della borghesia inglese e non come figlio di immigrati.

La visione politica ed economica e gli scandali

Sostenitore convinto della Brexit, Sunak è diventato molto popolare per l'erogazione di ingenti fondi pubblici per tenere a galla aziende e cittadini durante la pandemia. Ma l'ex ministro si è trovato a dover fronteggiare anche diversi scandali. Nell'ambito del cosiddetto 'partygate' è stato multato dalla polizia insieme a Johnson e ad altre 80 persone per aver partecipato a una festa nell'ufficio del premier nel 2020, in violazione delle regole per il coronavirus. Le sfide che lo attendono sono di unificare il suo partito e il Paese e soprattutto di essere all'altezza di chi lo definisce il Barack Obama britannico.

Raffaella Grimaldi

[27.10.2022 - 08:18]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0