InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Qatar 2022

Argentina battuta dall'Arabia Saudita
Il 2-1 è la prima sorpresa del Mondiale


È arrivata la prima grande sorpresa del Mondiale in Qatar. L'Argentina di Leo Messi è stata beffata all'esordio nella competizione da una sorprendente Arabia Saudita che ha battuto l'albiceleste per 2-1. Ci sono voluti due giorni di partite, terminate quasi tutte in maniera scontata, con la favorita del pronostico che ha agilmente vinto, per vedere il primo risultato eclatante.

Una difesa disciplinata, un attacco coordinato e una "trappola del fuorigioco" eseguita magistralmente hanno permesso agli arabi di conquistare i tre punti sull'Argentina.

Proprio di Leo Messi il primo gol, su calcio di rigore nei primi minuti, a far pensare che quella fosse una giornata tranquilla per la squadra allenata da Scaloni. Poi tre gol annullati sempre nei primi 45 minuti di gioco (due all'interista Lautaro Martinez, uno a Messi) e l'inizio della beffa.

Nella ripresa tante occasioni sprecate dall'albiceleste e due fantastici gol messi a segno dall'Arabia Saudita. Di Al Shehri e Al Dawsari le reti che hanno stesso Messi e compagni. Una deludente Argentina che comunque resta ancora tra le favorite per la vittoria finale in Qatar. Un filotto di 36 partite senza sconfitte per la squadra di Lionel Scaloni che ha perso proprio nel momento peggiore possibile, quello dell'esordio nel campionato del mondo. Tanta l'amarezza a fine partita degli juventini Di Maria e Paredes. Adesso per allontanare le critiche, ad attendere la selezione argentina ci sarà la partita con il Messico sabato sera, dove a questo punto tutti si aspettano un'orgogliosa reazione.

Enrico Esente

[22.11.2022 - 16:47]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0