InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Rivieccio: "Pronto a organizzare
uno spettacolo per aiutare Ischia"


Gino Rivieccio, attore e comico napoletano particolarmente legato all'isola verde, è pronto ad organizzare uno spettacolo per aiutare la popolazione colpita dall'alluvione. Il suo è un vero è proprio appello a sostegno di Ischia.

Da ischitano d'adozione, cosa ha provato nel vedere le immagini di quel disastro?

"Purtroppo Ischia è tanto bella quanto dannata. Quel territorio non riesce a trovare pace e negli ultimi anni siamo stati abituati a toccare con mano la fragilità dell'isola. In questo momento il dolore mi accompagna e mi pervade e l'unica cosa che mi sento di dire è che questo non è il momento per le polemiche e le strumentalizzazioni. L'unica cosa da fare è stringerci intorno ai familiari delle vittime senza polemizzare".

Fra coloro che non ce l'hanno fatta c'erano anche ischitani di Lacco Ameno, comune che lei maggiormente frequenta.

"Non conoscevo le vittime, ma mi vengono i brividi se penso che magari posso averli incrociati qualche volta. Come il tassista di Lacco Ameno che probabilmente mi avrà accompagnato a casa più di una volta, oppure la commessa che posso aver indirettamente conosciuto. È gente che mi appartiene, perché è gente legata al territorio, che mette tantissimo amore nelle cose che fa, come i tanti sacrifici per costruire quelle case".

Dov'era quando ha saputo di ciò che stava accadendo a Casamicciola?

"Ero all'estero quando il mio cellulare ha iniziato a squillare all'impazzata. Tutto ad un tratto mi sono arrivati moltissimi video e foto di ciò che stava succedendo. Io Ischia la amo e me la immagino sempre con il sole e trovarla alluvionata, con morte e devastazione, mi sciocca. È un'immagine che non riesco a cancellare. Mi auguro che questo territorio possa ritrovare la pace, perché quando la vita si accanisce con Casamicciola sembra essere particolarmente cattiva".

Pensa di poter dare una mano, come?

"Se me lo dovessero chiedere darei volentieri il mio contributo. Ogni artista napoletano deve qualcosa a quest'isola per l'affetto e il calore con cui è stato accolto, quindi credo che in questo caso non sarei da solo. Dopo il dolore e il ripristino della situazione è fondamentale ritrovare la serenità perduta e sono pronto a dare un momento di spensieratezza e di allegria con uno spettacolo a sostegno della popolazione colpita. Se il mio apporto può servire ad aiutare qualcuno, magari raccogliendo fondi da destinare alle persone colpite, lo faccio ben volentieri".

Un ricordo legato all'isola verde?

"Non solo adesso ma anche da ragazzo ero solito trascorrere le vacanze ad Ischia. Quando rientravo a casa con il traghetto mi giravo sempre verso l'isola e la ringraziavo per tutti i bei momenti che avevo vissuto lì. Negli anni ho conservato questa mia abitudine ogni volta che tornavo a Napoli. Saluto Ischia e la ringrazio".

Stefano Neri

[28.11.2022 - 16:26]



Email Stampa Facebook Twitter Reddit LinkedIn Pinterest Mix Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.2 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0