InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Boom su Facebook

Te lo regalo se vieni a prenderlo

Salvatore Benvenuto, ideatore del progetto


Una foto di un oggetto di cui ti vuoi disfare e l'indirizzo dove lo si può ritirare. Una "discarica" online dove ricevere in dono, gratuitamente, strumenti musicali, tv, elettrodomestici, sedie, piante, tavoli, divani, vecchi giochi e qualsiasi altra cosa che un tempo hai acquistato e ora non ti serve più. È questa la formula semplice ma efficace di "Te lo regalo se vieni a prenderlo". Ogni regione italiana ha il suo gruppo su Facebook dove poter postare gli oggetti che si vogliono regalare. Salvatore Benvenuto, fondatore del progetto, racconta come ha avuto l'idea: "Ero in discarica per gettare dell'immondizia e un signore mi chiede di dargli una mano per scaricare dall'auto un oggetto pesante. Era una tv al plasma, di quelle nuove, molto grande. Gli chiedo perché la buttasse e lui mi ha risposto che non sapeva a chi regalarla".

Da quest'episodio Benvenuto decide di creare "Te lo regalo se vieni a prenderlo". Siamo nel Canton Ticino: "Alcuni amici mi hanno chiesto di creare altri gruppi anche in Italia". Così ogni regione ha il suo gruppo: "In Campania siete attivissimi. Anche la Sardegna è una regione dove si regala tanto e qualsiasi cosa, seguita dal Lazio e dal Trentino Alto Adige. Le regioni, invece, con il minor numero di post sono la Calabria e il Molise". Dal Lazio gli oggetti più costosi: "Una volta hanno regalato un pianoforte di inizio '900 ma anche argenteria".

"Te lo regalo se vieni a prenderlo - Campania" è un gruppo chiuso che si trova su Facebook, basta fare richiesta di iscrizione oppure chiedere a qualcuno che ne è già membro di inserire il tuo nome, 17.735 gli iscritti in Campania. Quaranta le persone che lavorano con Salvatore Benvenuto "tutti ragazzi conosciuti in rete e che collaborano gratuitamente". Il prossimo passo potrebbe essere quello di allargare l'iniziativa ai Comuni: "Vorremmo collaborare con le amministrazioni locali - spiega il fondatore - per creare dei punti di raccolta di oggetti da regalare, in modo da aiutare chi ne ha bisogno e liberare strade e discariche da rifiuti difficili da smaltire".

Elisabetta de Luca

[19.1.2014 - 17:29]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/18 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0