InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

La Stampa

Effetto MeToo
licenziati 201 uomini


Ad un anno dalla nascita del movimento #MeToo è tempo di tirare le somme. Lo fa il New York Times, in un'inchiesta riportata questa mattina dal quotidiano La Stampa. Secondo il giornale americano, dallo scandalo Weinstein ad oggi, 201 uomini di potere hanno perso il posto di lavoro perché accusati di molestie sessuali. Un numero sette volte superiore a quello dell'anno precedente, quando furono solo 30 le persone di alto profilo ad essere licenziate o costrette a dimettersi per condotte sessuali non appropriate.

Non solo: dei 201 posti diventati ormai vacanti, il 43% è stato ricoperto, successivamente, da una donna.

La prima donna a sostituire un uomo accusato di molestie - fa sapere Francesco Semprini che ha firmato il pezzo su La Stampa - è stata Melissa Bell che nell'ottobre 2017 arrivava alla direzione di Vox Media dopo l'allontanamento di Lockhart Steel.

Negli ultimi 365 giorni, conclude il New York Times, sono state in tutto 920 i Vip a finire nella lista degli accusati del movimento #MeToo.

Mario Messina

[25.10.2018 - 16:03]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/18 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0