InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Per le donne

Al via la sperimentazione
dell'orologio antiviolenza


Partirà dalla provincia napoletana la sperimentazione dello smartwatch antiviolenza presentato, in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, dalla Legione carabinieri Campania. Un orologio elettronico che permetterà, in caso di pericolo, con un tasto di allertare i carabinieri e registrare audio e video di eventuali aggressioni che potranno poi essere acquisite come prove.

Destinatarie dello strumento le donne vittime di stalking e abusi che hanno presentato denuncia e che potranno richiederlo volontariamente ai carabinieri fornendo loro un prezioso strumento per le indagini permettendo loro di cogliere lo stalker in flagranza di reato oltre ad assicurare una protezione davvero continua. Le segnalazioni verranno ricevute istantaneamente da un monitor in caserma predisposto alla geolocalizzazione e alla raccolta dei dati.

Finanziato dalla Fondazione Vodafone e dall'associazione Woman Care Trust, il progetto "Mobile angel" è stato fortemente voluto «dall'Arma e dalla Procura distrettuale di Napoli - ha affermato il generale di brigata Maurizio Stefanizzi, comandante della Legione Carabinieri Campania - con la finalità di assistere in modo concreto anche a distanza donne e soggetti deboli vittime di violenza». Nell'intera giornata del 25 novembre per sottolineare la vicinanza dell'Arma alle donne che subiscono violenze ed abusi, le caserme dei carabinieri di tutta Italia sono state illuminate di arancione.

Un fenomeno ancora allarmante in tutta Italia. I dati raccolti da Eures - ricerche economiche e sociali, parlano di 106 vittime di femminicidio di Italia nei primi dieci mesi del 2018. In lieve calo, meno 7%, rispetto allo stesso periodo del 2017. In Campania la situazione non è migliore. Ad oggi sono 12 i casi di femminicidio dall'inizio dell'anno secondo l'Osservatorio regionale: cinque in provincia di Caserta, quattro a Salerno, due in provincia di Avellino e uno nella provincia napoletana, a Terzigno.

Valentina Ersilia Matrascia

[25.11.2018 - 21:55]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/18 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0