InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Il bilancio

Napoli chiude il 2018
fra luci e ombre


Il Sindaco De Magistris chiude il 2018 fra luci e ombre: Napoli si conferma anche quest'anno capitale del turismo del Sud Italia, ma la mobilità versa ancora in pessimo stato.

La città ha oltre il 90% delle strutture già prenotate per tutto il periodo natalizio, stando ai dati pubblicati dalla piattaforma Booking.com, e questa estate è stata la meta più visitata del Sud Italia.

Il 2018 sarà anche ricordato come l'anno della criptovaluta napoletana, l'ambizioso progetto dell'amministrazione che, stando alle dichiarazioni del Sindaco, dovrà creare un'economia digitale parallela all'euro e legata solo al territorio cittadino. Proprio pochi giorni fa sono stati annunciati i primi 40 negozi che aderiranno al progetto ed entro l'inizio delle Universiadi l'intero sistema dovrebbe entrare a regime.

I trasporti, invece, versano in una situazione drammatica.

Era prevista per l'autunno l'inaugurazione della linea 6, ma il treno che collega Fuorigrotta e Chiaia è ancora un cantiere aperto dai tempi di Italia '90.

È fallito anche il tentativo di prolungare gli orari di apertura della metropolitana per tutta la settimana, adeguando almeno i trasporti su ferro alle medie europee: la speranza di migliorare i servizi per i visitatori è naufragata in settimane di scioperi dei capiservizio, che hanno costretto tutte le funicolari alla chiusura per due settimane. Non è nemmeno certo che ANM apra le metropolitane per Capodanno e Natale, dato che sono ancora in corso le trattative fra i sindacati e l'azienda. Per spostarsi in città bisogna quindi solo affidarsi ai mezzi privati. Il prezzo da pagare è però una giungla fatta da ore di traffico, guida selvaggia, parcheggiatori abusivi e strade disastrate.

Nel frattempo, la Corte dei Conti ha temporaneamente sbloccato le casse del Comune, che in precedenza erano state interdette da un provvedimento del TAR a maggio, quando fu contestata l'irregolarità delle voci inserite nel piano di rientro dai debiti presentato dalla Giunta. La sfida del 2019 sarà quindi rimettere in piedi il sistema di mezzi pubblici. O almeno asfaltare le strade.

Federico Norberto Quagliuolo

[17.12.2018 - 19:48]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0