InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Napoli

Dema attacca:
«Desalvinizziamo la città»


Desalvinizziamo Napoli: non usa mezzi termini il sindaco Luigi De Magistris. Nemico numero uno della città e del Meridione, proprio il Ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Dema" ha affidato la sua invettiva a un lungo post su Facebook: «Matteo Salvini è il dominus politico del Governo più a destra della storia della Repubblica». Parole dure, per marcare la distanza politica con il vicepremier leghista. E per avvalorare la sua tesi, De Magistris ripesca dal suo archivio due episodi ritenuti inqualificabili: i cori di Salvini contro i napoletani durante la sua visita a Pontida nel 2009 e il sacchetto della spazzatura con cui, in un Milan-Napoli di oltre dieci anni fa, il leader della Lega aveva accolto i tifosi partenopei allo stadio.

Nel mirino del sindaco di Napoli finisce anche il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti che, pochi giorni fa, aveva invitato i docenti del Sud a non chiedere più fondi ma a «impegnarsi di più». Un'affermazione che, per De Magistris: «racchiude il pensiero di molti leghisti circa le qualità dei meridionali». In questo clima politico, fa discutere anche la richiesta di autonomia rafforzata per Lombardia e Veneto. Più fondi per il Nord causerebbero effetti devastanti su sanità, istruzione e trasporti campani. Si tratterebbe di una vera e propria discriminazione economica, con toni che arrivano a rasentare pensieri razzisti e xenofobi.

"Dema" non è tenero neanche verso il Movimento 5 Stelle, accusato di «aver tradito i voti del Sud che gridavano rottura del sistema e cambiamento». Un giudizio netto che sembra chiudere le porte a ogni possibile alleanza con la forza guidata dal vicepremier Luigi Di Maio.

E a chi lo accusa di essere poco critico nei confronti della sinistra, De Magistris ricorda che, quando Matteo Renzi era premier, Napoli fu dichiarata «Comune derenzizzato».

Il post del sindaco partenopeo arriva all'indomani della manifestazione "Mai con Salvini", tenutasi ieri e organizzata da "Napoli senza confini e Rete antifascista napoletana". Un corteo antirazzista per opporsi «all'antimeridionalismo della Lega». Un messaggio della piazza che De Magistris ha subito condiviso, attaccando «quella politica che a livello di potabilità assume il colore marrone». A quanto pare, il sindaco di Napoli ha definitivamente impugnato le armi contro Salvini.

Michela Curcio

[11.2.2019 - 14:41]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0