InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Carnevale

Per le strade di Napoli
un tappeto di coriandoli


Napoli invasa dai rifiuti dopo le feste di Carnevale del week end. Da Via Luca Giordano a Piazza Carlo Terzo, fino ad arrivare a Piazza San Domenico e Mostra d'Oltremare: tutte le strade di Napoli si sono colorate di bianco a causa del mare di coriandoli rovesciato per terra.

Una dimostrazione di inciviltà che va in controtendenza rispetto alle iniziative di tante città italiane che hanno promosso carnevali "green", all'insegna della produzione zero di rifiuti.

L'esempio più virtuoso l'ha lanciato proprio la città di Viareggio con la sua festa famosa in tutto il mondo: il suo "Carnevale Rifiuti Zero" è stato un successo, con una sensibile riduzione nella produzione dei rifiuti gettati in strada.

A Napoli particolarmente colpiti dall'inciviltà dei festeggiamenti sono stati i quartieri Vomero, Mercato e Chiaia, e persino il mare è stato letteralmente invaso dai rifiuti e dalle buste di plastica. Le strade del quartiere collinare, invece, sono ricoperte di spazzatura prodotta dopo i festeggiamenti di domenica, causati dai tanti visitatori attratti dai numerosi stand allestiti lungo Via Scarlatti e Luca Giordano per celebrare l'evento. Allo stesso modo, anche gli espositori hanno contribuito allo scenario degradante, smaltendo la spazzatura ingombrante poggiando pile di scatoloni e sacchetti vicino ai cestini al centro di Via Scarlatti.

Federico Norberto Quagliuolo

[4.3.2019 - 12:05]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0