InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Il reportage

L'Aquila un anno dopo


Jenner Meletti di Repubblica ritorna in Abruzzo, a L'Aquila, a dieci anni dal terremoto, per fare il punto della situazione e per raccontare in che condizioni si trova il capoluogo abruzzese. E lo fa con le testimonianze degli abitanti e di chi è sopravvissuto al sisma.

Giustino Parisse, giornalista de Il Centro che a causa del terremoto ha perso i figli e il padre, racconta che in centro, sotto il portico, c'è una bacheca con decine di "Vendesi": appartamenti, bar, negozi e pizzerie. «Sembra che stiano vendendo la città». Quello de L'Aquila sembra essere ancora un centro fantasma: fino ad aprile 2009, infatti, c'erano circa 1200 attività commerciali nella zona centrale, oggi sono 86. Una storia emblematica è quella di "Fratelli Nurzia", un negozio di torroni aperto nel 1835 e mai chiuso, nemmeno durante le guerre. Ed è stata la prima attività commerciale a riaprire in piazza Duomo nel dicembre 2009. All'inizio si erano dovuti trasferire in un negozio in affitto, ma fortunatamente dovevano fare solo qualche lavoro per poter riaprire la sede storica ma sono stati bloccati dalla burocrazia: «A colpirci non è stato il terremoto, anche perché c'era tanta solidarietà. A buttarci a terra è stata la ricostruzione» raccontano i proprietari.

Nota positiva, sembra che dopo dieci anni rinascerà la Casa dello studente grazie a un progetto di riqualificazione realizzato da quattro ragazzi. Si chiamano Davide Massimo, Francesco Gabriele, Lorenzo Micarelli e Marco Paolucci e hanno vinto il concorso ideato da Univaq e il Comune. «Partecipare è stato un dovere - ha detto uno di loro - a 14 anni abbiamo vissuto il sisma, dare un contributo alla città è parte della nostra vita». Il progetto si intitola "La duttilità della memoria».

In un'intervista a Repubblica il sindaco del L'Aquila, Pierluigi Biondi, promette: «Il centro storico lo salveremo, è un impegno e una promessa, ma deve essere chiaro a tutti che la città non può essere derubricata a prassi ordinaria».

Anche la Rai ricorderà il sisma che ha colpito l'Abruzzo con una serie tv in sei puntate diretta da Marco Risi. La fiction si intitola L'Aquila - Grandi Speranze e andrà in onda dal 16 aprile.

Bianca Damato

[3.4.2019 - 12:00]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0