InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Massimo Galluppi

«La partita dei sovranisti
si gioca sui migranti»


«In Europa i sovranisti sono feriti, ma non sono morti. Riprenderanno fiato se le forze liberali non sapranno dare una risposta efficace all'enorme problema delle migrazioni». Per Massimo Galluppi, professore di Storia delle relazioni internazionali, il sentimento anti-europeista è effettivamente in crisi, ma serpeggia ancora in alcuni stati dell'Unione.

La spinta del sovranismo ha subito un rallentamento disomogeneo in diversi stati europei. Perché?

Il declino sovranista si è manifestato a ritmi differenti soprattutto in Italia e in Gran Bretagna, perché diverse sono le problematiche nazionali e le collocazioni geopolitiche. Se il sovranismo inglese è entrato in crisi sugli intoppi legati a una no deal Brexit, per un paese del Sud Europa come l'Italia, le emergenze sono la revisione del trattato di Dublino e la redistribuzione più o meno volontaria dei migranti che continueranno ad arrivare dall'Africa subsahariana.

In Italia quale sarà la prossima mossa del sovranista Salvini per recuperare consensi, dopo il fallito azzardo della crisi di governo?

Il futuro politico di Salvini è legato all'atteggiamento che il nuovo governo adotterà nei confronti del problema dei migranti. Se il neonato esecutivo dovesse sconfessare la precedente linea di condotta, puntando sul sostegno alle ONG e sulla politica dei porti aperti, il leader della Lega ne trarrebbe un vantaggio evidente. Negli ultimi mesi, il suo successo era dipeso in gran parte dall'atteggiamento duro nei confronti dell'immigrazione. Con le sue dichiarazioni, Salvini catalizza l'ostilità di una parte dell'opinione pubblica verso i migranti clandestini. Il nuovo governo dovrebbe insistere sulla necessità di aiutare i disperati che partono dalle coste africane, ma con schemi realistici che tengano conto della diffidenza di una parte consistente dell'opinione pubblica. Al momento, però, un governo alternativo di estrema destra - Lega e Fratelli d'Italia - non avrebbe la possibilità di governare il paese con numeri confortevoli.

Se la Brexit dovesse subire un ulteriore rinvio, quali sarebbero gli effetti per l'anti-europeista Boris Johnson?

Il rinvio della Brexit e l'apertura di un nuovo negoziato con l'Unione Europea sarebbero due gravi sconfitte per i sovranisti inglesi, ma, in questo momento, per il fronte anti-europeista, le prospettive sono tutt'altro che rosee. L'uscita della Gran Bretagna dall'Unione ha gettato il paese nella confusione. Il problema della Brexit non è legato all'emergenza migranti, perché il sovranismo in Gran Bretagna nasce soprattutto dall'idea di riconquistare la libertà in politica estera. Secondo i sondaggi post-Brexit, a votare per il Leave erano stati coloro che non apprezzavano l'atteggiamento esterofilo del governo.

Nel frattempo, nelle recenti elezioni in Sassonia e Brandeburgo, l'estrema destra di Alternative Fur Deutschland ha raddoppiato i suoi consensi. Ci sono prospettive di crescita per i sovranisti in Germania?

In Germania come in Italia il successo dell'estrema destra è strettamente legato al tema delle migrazioni. L'AFD ha guadagnato consensi sul tema dei migranti, soprattutto da quando l'ingresso nel paese di mezzo milione di profughi siriani, voluto dalla Merkel, ha creato uno stato di preoccupazione e tensione in settori considerevoli dell'opinione pubblica tedesca. Molti elettori hanno votato per l'AFD perché non soddisfatti del linguaggio politico usato dalla Cancelliera per giustificare la sua decisione di accogliere i migranti. L'ascesa dei sovranisti tedeschi, però, al momento è legata soltanto a questo episodio specifico.

Michela Curcio

[6.9.2019 - 17:38]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0