InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Basket

Le furie rosse affondano l'Australia
Vittoria della Spagna all'overtime


La Spagna sa sempre come vincere nei momenti che contano e si è aggiudicata per 95 a 88 una delle partite più pazze e imprevedibili del mondiale di Basket di Pechino. Dopo due overtime, le furie rosse hanno tagliato le gambe all'Australia, affondata a un passo dal sogno della sua prima finale della Storia.

La partita era in realtà un match inedito fra due "underdogs" della competizione, dopo l'eliminazione di Stati Uniti e Serbia, nettamente i favoriti. L'Australia, ancor più della nazionale spagnola, era la vera sorpresa della competizione, dato che i bookmakers la davano già per uscente al primo turno.

A 10 secondi dalla fine dei tempi regolamentari, la Spagna conduceva per 71 a 70 dopo una faticosa rimonta, ma l'Australia, aggrappandosi alle mani di Mills, ha rimesso tutto in discussione conquistando il pareggio a soli 4 secondi dal termine.

Il primo supplementare è stato non meno frenetico e combattuto, con i "canguri" che hanno cominciato ad accusare la fatica, ma si sono ugualmente portati avanti di 5 punti a 10 secondi dal termine. Stavolta è stata la Spagna a recuperare il risultato, con una rimonta culminata nel tiro libero di Ingles che ha portato di nuovo la parità su 78 punti.

Nei minuti finali gli australiani non avevano più benzina in corpo e i continui errori dei giocatori non lasciavano buoni presagi: a pochi secondi dalla conclusione del secondo supplementare del match, Goulding ha fallito due tiri aperti che avrebbero potuto rimettere le cose in parità, mentre la Spagna era ad appena 2 punti di distanza. Un errore punito severamente dalle furie rosse che, con un tiro di Gasol dal limite, hanno stabilito il risultato su 95 punti e ha regalato ai suoi una vittoria netta solo in apparenza.

Adesso la nazionale iberica si scontrerà con la vincente fra Argentina e Francia, che giocheranno nel pomeriggio. Gli australiani, invece, salutano Pechino sotto applausi scroscianti, dopo aver ribaltato ogni pronostico grazie all'intensità e al coraggio nel gioco contro avversari molto più forti.

Federico Norberto Quagliuolo

[13.9.2019 - 13:18]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0