InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

ATP Finals

Si infiamma la race
Tre posti per otto tennisti


A ottobre non si giocano Slam, ma non significa che non sia un mese di tornei decisivi. Nelle prossime quattro settimane, infatti, si assegneranno gli ultimi pass per partecipare alle ATP Finals, l'evento conclusivo della stagione tennistica. A giocarsi il titolo di "maestro" i primi otto della cosiddetta race, vale a dire la classifica basata sui punti conquistati da gennaio in poi.

Al momento sono in cinque a essere già sicuri del posto: Novak Djokovic, Rafa Nadal e Roger Federer (ovviamente), il sorprendente Daniil Medvedev che si è guadagnato l'accesso in virtù della sua eccezionale campagna nord-americana (finale a Washington, finale a Montreal, vittoria a Cincinnati, finale agli US Open) e Dominic Thiem, fresco vincitore dell'ATP 500 di Pechino. Restano ancora tre spot, per otto candidati: Stefanos Tsitsipas, Roberto Bautista Agut, Alexander Zverev, David Goffin, Matteo Berrettini, Kei Nishikori, Gael Monfils e Fabio Fognini. Chi la spunterà?

Stefanos Tsitsipas: 6° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 90%

Tsitispas è l'unico che, al momento, può sentirsi quasi sicuro di un posto a Londra, anche grazie alla finale di Pechino che gli ha dato ulteriore spinta nella race. Stefanos, però, deve ringraziare soprattutto una prima parte di stagione eccellente, con la semifinale agli Australian Open, le due finali a Dubai e a Madrid e gli ottavi al Roland Garros. Prima dello swing asiatico, invece, l'eliminazione al primo turno di Wimbledon, la semifinale a Washington e quattro upset all'esordio a Montreal, Cincinnati, gli US Open e Zhuhai. Al greco, più che i punti serve un'iniezione di fiducia.

Roberto Bautista Agut: 7° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 50%

Bautista Agut al momento è qualificato alle Finals, soprattutto grazie ai punti ottenuti con l'inaspettata semifinale a Wimbledon. Dietro di lui, però, ci sono tennisti - sia rampanti che navigati - che sembrano ben più in forma di lui. La stagione americana lo ha visto uscire ai quarti sia a Montreal che a Cincinnati e al primo turno agli US Open. Poi c'è stata la finale a Zhuhai, ma i punti guadagnati non gli sono bastati per assicurarsi il posto, tanto più che RBA, Master 1000 a parte, è in entry list soltanto a Basilea. Le minacce da temere ci sono: si chiamano Matteo Berrettini e Alexander Zverev.

Alexander Zverev: 8° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 50%

Fino a poche settimane fa, Zverev sembrava tagliato fuori dalla corsa alle Finals più per questione di sfiducia in campo che di punti nella race. La vittoria della Laver Cup, con la decisiva vittoria su Raonic, e i consigli di Federer e Nadal, però, potrebbero aver cambiato qualcosa nella testa del tedesco che, infatti, è reduce dalla semifinale a Pechino. Shanghai e Basilea sembrano tornei nei quali questo Zverev può dire la sua. Parigi Bercy è un torneo che, per tradizione, vede nomi a sorpresa nell'albo d'oro (negli ultimi due anni è stato vinto da Sock e Khachanov). I margini per riuscire in questo comeback ci sono.

David Goffin: 9° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 40%

L'esperienza e la matematica tengono in corsa Goffin. Il runner up dell'edizione 2017 delle Finals è reduce dalla semifinale a Tokyo, persa contro Djokovic. Eppure, i punti accumulati soprattutto con le due finali ad Halle e a Cincinnati al momento non bastano per qualificarsi. Ecco perché il belga avrà un calendario fittissimo fino alla fine di ottobre: Shanghai, Anversa, Basilea e Parigi Bercy. Vedremo.

Matteo Berrettini: 10° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 40%

Dopo la semifinale agli US Open, Berrettini aveva il vento in poppa in vista delle ATP Finals. A complicare la situazione, le sconfitte nei quarti a San Pietroburgo contro Gerasimov (numero 98 del ranking) e nel primo turno di Pechino contro il redivivo Andy Murray. Adesso, per assicurarsi un posto a Londra, per Matteo è tassativo comportarsi bene soprattutto a Shanghai e a Parigi Bercy. Nel mezzo i punti che possono derivare da buone prestazioni nell'ATP 500 di Vienna.

Kei Nishikori: 11° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 5%

Al momento Nishikori è undicesimo nella race, ma ha già annunciato che l'infortunio al braccio lo terrà fuori fino a metà ottobre - con tanto di forfait a Shanghai. A questo punto, a meno che il giapponese non vinca l'ATP 500 di Vienna e il Master 1000 di Parigi Bercy e, contemporaneamente, i suoi avversari non inanellino una serie di risultati negativi, una sua presenza a Londra è quantomeno improbabile.

Gael Monfils: 12° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 20%

Più di tutti gli altri, il francese si giocherà il tutto per tutto a Shanghai. Poi le trasferte ad Anversa e Vienna e il gran finale a Parigi Bercy, il torneo di casa nel quale è arrivato in finale due volte (2009 e 2010). A tenere Monfils in corsa per le Finals, al momento, sono soprattutto la vittoria nel 500 di Rotterdam a febbraio e il quarto di finale agli US Open - perso proprio contro Berrettini. Guarda caso, suo diretto rivale nella race.

Fabio Fognini: 13° nella race

Probabilità di andare alle Finals: 10%

Realisticamente, Fognini è quasi out dalla corsa alle Finals. Patriotticamente, bisogna sperare che vinca uno dei due Master 1000 rimasti tra Shanghai e Parigi Bercy, che si comporti bene anche a Stoccolma e a Basilea e, contemporaneamente, bisogna augurarsi che i suoi avversari si fermino nelle prime fasi dei due tornei. Forse si sta chiedendo troppo agli astri del tennis.

Michela Curcio

[7.10.2019 - 10:39]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0