InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

Superenalotto

Il vincitore ritira i soldi
ma resta anonimo


I 209 milioni vinti al Superenalotto lo scorso 13 agosto, finalmente, saranno consegnati al fortunato vincitore di Lodi. Molti si interrogavano su che fine avesse fatto il vincitore: morto di felicità? Forse aveva perso la schedina? E ancora, magari non se n'è accorto? Ora a tutti questi interrogativi si può porre fine. Il vincitore più vincente di sempre, si porta a casa il malloppo, senza, però, rivelare la sua identità. A iniziare le pratiche per il ritiro della somma più grande mai vinta in Italia, infatti, è stato un ente bancario.

Lodi, quindi, non potrà festeggiare il nuovo paperone, ma la curiosità continua a tenere il dibattito aperto. Si dicono felici i gestori del bar Marino, la ricevitoria in cui è stata giocata la sestina vincente, generata da un sistema elettronico e che ha consentito al giocatore di moltiplicare la vincita partendo da una schedina di soli due euro puntando su 7, 32, 41, 59, 75 e 76. Ma festeggia anche lo Stato. Il 12% della vincita, che ammonta a 25 milioni di euro, finirà direttamente in cassa.

Elvira Iadanza

[9.10.2019 - 13:35]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0