InchiostrOnline

a cura della Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa
in convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

 
Fondazione Terzo Pilastro
IL MASTER GERENZA CONTATTI

La giovane attivista

Greta Thunberg è... rock!
Protagonista di tre hit in due settimane

Greta Thunberg (foto: Wikicommons)


Da leader della lotta per il clima alla conquista del mondo della musica. Nel giro di due settimane

ben tre artisti, diversi per nazionalità e genere musicale, hanno inserito Greta Thunberg nelle loro

canzoni. Si tratta di John Meredith, artista e batterista della band death metal americana Suaka, il disc-jockey inglese Fatboy Slim e il cantante italiano Piero Pelù.

Una dimostrazione di come la giovane attivista svedese stia entrando nel nostro patrimonio

culturale e di come stia influenzando la cultura popolare. E pensare che tra qualche giorno

potrebbe arrivare a vincere il Premio Nobel per la Pace, diventando ancora di più un'icona di

questo secolo.

Tutti coloro che hanno inserito l'ambientalista nei loro pezzi musicali hanno motivato la loro

decisione allo stesso modo: "Siamo rimasti molto colpiti dalle parole di Greta nei suoi discorsi

all'Onu e a Katowice, mettendo in discussione tutte le nostre certezze". Tutti, insomma, sono

rimasti colpiti dalla passione che questa ragazza ci mette nel suo schierarsi in prima fila per la lotta

contro il cambiamento climatico.

Ma la curiosità di questa storia è che a rendere Greta una star dalla musica e, dunque a rispondere

ai suoi appelli, non sono i membri della generazione della Thunberg, quei sedicenni o giù di lì a cui

l'ambientalista svedese si rivolge in quanto futuro di questo pianeta ma, semmai, la generazione

dei loro genitori. E pensare che proprio i ragazzi erano al centro del discorso che la giovane ha

tenuto quando ha tuonato dalla sala del Consiglio Generale delle Nazioni Unite, accusando i leader

del mondo di aver rubato il futuro ai giovani di oggi. E infatti se andiamo a vedere l'età di questi

musicisti scopriamo che il più giovane ha circa 40 anni. Insomma a vederla così sembrerebbe che

la lotta per un pianeta più green colpisca più gli "anziani" che i "giovani" che questa Terra la

erediteranno.

In ogni caso la giovane Greta sembra apprezzare questo uso dei suoi discorsi per le produzioni

musicali. Quando è stato pubblicato il video dei Suaka su Youtube - che ha raggiunto oltre quattro

milioni di visualizzazioni - la sua risposta è stata esilarante: «Lascerò perdere questa storia del

clima... d'ora in poi farò soltanto death metal!".

Bianca Damato

[10.10.2019 - 14:51]



Email Stampa Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Tumblr Bufferapp




RSS

© 2003/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli · P.Iva 03375800632 · Versione 4.1 · Privacy
Conforme agli standard XHTML 1.0 · CSS 3 · RSS 2.0